China Station: Guangzhou a +4, Capello ko. E inizia il calciomercato

L'Evergrande allunga sullo Shanghai SIPG, fermato dal Guangzhou R&F. Capello viene battuto dal Changchun, ma il tecnico friulano potrà consolarsi con il calciomercato.

398 condivisioni 0 commenti

di

Share

Bentornati a China Station, la rubrica di Fox Sports che vi aggiorna sui fatti più importanti della Super League. Due settimane fa vi avevamo lasciato con la Nazionale di Marcello Lippi in cerca di un miracolo per qualificarsi al Mondiale 2018, ma purtroppo per il ct non è arrivato. Dopo aver travolto le Filippine per 8-1 in amichevole, la Cina è stata fermata sul 2-2 dalla Siria e la situazione si è complicata ancor di più. A due giornate dal termine del girone, infatti, Lippi è costretto a battere Qatar e Iran, sperare che l'Uzbekistan perda le restanti partite e che la Siria non faccia più di un punto.

Durante la pausa i club non sono comunque rimasti a guardare, con Jiangsu e Beijing Guoan che nel frattempo hanno ufficializzato i rispettivi nuovi allenatori: Fabio Capello e Roger Schmidt. Il tecnico italiano, a dieci anni dall'ultima esperienza sulla panchina di un club (era il Real Madrid), ha firmato il contratto di un anno e mezzo offertogli da Walter Sabatini, trasferendosi a Nanchino assieme agli assistenti Gianluca Zambrotta e Cristian Brocchi, al preparatore atletico Giampiero Ventrone e al preparatore dei portieri Franco Tancredi.

L'ex allenatore del Bayer Leverkusen esordirà invece alla guida dei capitolini il prossimo 1 luglio, nel match contro il Changchun Yatai che, curiosamente, è stato pure il primo avversario affrontato da Capello, nella 13° giornata di campionato. Una 13° giornata che si è giocata interamente tra sabato e domenica, con quattro gare disputate in contemporanea l'ultimo giorno. Non proprio il manifesto del calcio spezzatino, insomma.

SchmidtCopyright GettyImages
Roger Schmidt

L'Evergrande vola a +4, Pellegrini batte Cannavaro

Nell'anticipo delle 15.30 (9.30 ore italiane) sono scese in campo Guizhou Zhicheng e Guangzhou Evergrande. La capolista non ha giocato la miglior partita della stagione, rischiando di andare sotto più volte, tuttavia è riuscita a conquistare la nona vittoria consecutiva grazie alle reti di Gao Lin e Ricardo Goulart e alle parate di Zeng Cheng, che tra i vari interventi ha pure respinto un calcio di rigore del croato Jelavic, al quale è stato annullato per fuorigioco un gol invece regolare. Il 2-0 finale permette all'Evergrande di allungare a +4 dallo Shanghai SIPG, fermato ventiquattr'ore dopo sul campo del Guangzhou R&F (ne parleremo più tardi).

Il big match della giornata ha sorriso all'Hebei Fortune di Manuel Pellegrini, che grazie al gol di Stephane M'Bia, arrivato a sei minuti dal termine, ha battuto il Tianjin Quanjian di Fabio Cannavaro collezionando la sesta vittoria negli ultimi sette incontri. Una sfida ricca di emozioni, che ha messo di fronte calciatori come Lavezzi, Aloisio, Pato e Witsel, con questi ultimi due usciti sconfitti dall'Olimpico di Qinhuangdao.

Nelle altre partite del sabato, l'Henan ha superato 3-1 lo Yanbian nonostante il forfait di Bassogog, convocato dal Camerun per la Confederations Cup, mentre è finita 2-2 tra Shanghai Shenhua e Chongqing Lifan, con gli uomini di Poyet che mancano ancora l'appuntamento con i tre punti pur potendo contare su Guarin e Tevez, autore dell'assist per il primo gol.

Esordio amaro per Capello, mega rissa in Guangzhou-Shanghai

Domenica è stato il giorno dell'esordio di Fabio Capello, una prima rovinata dall'autorete di Boyu, che ha condannato il Jiangsu alla sconfitta casalinga contro il Changchun Yatai di Ighalo. La squadra di Suning ha disputato un buon primo tempo e reagito con grinta allo svantaggio, tuttavia il numero di occasioni si è considerevolmente abbassato nella ripresa, con Alex Teixeira&Co. che hanno sofferto le ripartenze in contropiede degli avversari senza riuscire ad arrivare al pareggio.

Proprio con un pari, invece, si è concluso il match tra Guangzhou R&F e Shanghai SIPG. A Canton si è visto di tutto, dalla rete di Zahavi con papera clamorosa di Junling al gol di Hulk, che all'inizio dell'azione aveva servito Oscar in netto fuorigioco. In mezzo una maxi rissa causata da due violente pallonate che l'ex Chelsea ha deciso di calciare su due avversari a distanza di qualche secondo. Incredibile come il fantasista non sia neanche stato ammonito, con l'arbitro che deciso di mostrare il cartellino giallo a Junior Urso, Zhipeng e Zhizhao per le successive proteste e il rosso a Tixiang e a Huan per qualche spintone di troppo.

Guangzhou-ShanghaiCopyright NY Daily News
La rissa tra Guangzhou R&F e Shanghai SIPG

Sugli altri campi, segnaliamo infine le vittorie di Beijing Guoan (2-0 al Tianjin Teda con gol di Burak Yilmaz e Renato Augusto) e Shandong Luneng (3-0 sul campo del Liaoning). Gli Orange Fighters di Felix Magath hanno calato il tris con Papiss Cissé e la doppietta di Diego Tardelli, in campo per l'assenza di Graziano Pellè.

La classifica della Chinese Super League

Questa la classifica del campionato cinese dopo tredici giornate: Guangzhou Evergrande 34, Shanghai SIPG 30, Hebei 28, Shandong* 23, Guangzhou R&F 21, Tianjin Quanjian 19, Beijing Guoan 18, Guizhou e Chongqing 14, Shanghai Shenhua*, Liaoning e Tianjin Teda 13, Changchun 12, Henan 11, Jiangsu 8, Yanbian 7. (*: una gara in meno).

Calciomercato: si parte oggi

Chiudiamo con il calciomercato. Dal 19 giugno al 14 luglio le squadre cinesi potranno operare in entrata, in coincidenza con la sessione di riparazione. Sono tante le stelle del calcio europeo che le formazioni della Super League tenteranno di abbracciare: da Diego Costa a Kalinic, da Rooney a Terry, da Nasri al sogno Cristiano Ronaldo. Nonostante le tasse imposte di recente dalla federcalcio locale e le numerose restrizioni relative ai calciatori stranieri, è facile immaginare lo sbarco in Oriente da parte di altri fuoriclasse, con Jiangsu, Beijing Guoan, Shanghai Shenhua e Tianjin Quanjian (che saluterà i due attaccanti Geuvanio e Junior Moraes) pronte a recitare la parte delle protagoniste con colpi milionari.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.