Calciomercato Inter, incubo Fair Play finanziario: servono 30 milioni

Entro il 30 giugno il club nerazzurro deve incassare almeno 30 milioni di plusvalenze: in uscita ci sono Perisic e Brozovic, poi via al mercato in entrata.

Calciomercato Inter, tutto bloccato: serve vendere

1k condivisioni 0 commenti 4 stelle

di

Share

Da una parte di Milano, quella rossonera, chiudono grandi colpi. Dall’altra, quella nerazzurra, aspettano la fine del mese con la calcolatrice in mano. In casa Inter il calciomercato è bloccato. Motivo? Bisogna rispettare i parametri UEFA sul Fair Play finanziario. Il settlement agreement mette in crisi i dirigenti: entro il 30 giugno bisognare realizzare almeno 30 milioni di euro in plusvalenze.

In pratica bisogna vendere, in modo tale di avere campo libero dal prossimo luglio per chiudere i primi affari. Il neo tecnico Luciano Spalletti aspetta una formazione in grado di lottare con le migliori.
Perché di colpi in canna, l’Inter, ne avrebbe pure. In primis si cerca un regista: Matuidi è in cima alla lista del calciomercato per il centrocampo del futuro. Ma su di lui c'è anche il forte interesse della Juventus.
Calciomercato Inter, serve vendere
Calciomercato Inter, bisogna vendere per comprare

Calciomercato Inter, occhio alla UEFA

Andare alla voce "cessioni’ eccellenti". Cliccare su Ivan Perisc. Con un colpo solo l’Inter rientrerebbe nei limiti dei Fair Play finanziario imposto dalla UEFA. Sul croato c’è il forte interesse del Manchester United, manca però l’accordo vista la distanza tra domanda e offerta di circa 10 milioni. I nerazzurri ne chiedono 50, i Red Devils sono arrivati a 40. Si tratta. Ma c’è una scadenza, quella del 30 giugno: servono quei 30 milioni di utili per il patto stabilito con la UEFA. E allora si lavora anche per la cessione di Brozovic, valutato 20 milioni, che piace molto allo Zenit San Pietroburgo. In corsa pure l’Everton. Poi Murillo: sulle sue tracce va registrato l’interesse di Lille e Villarreal.
Calciomercato Inter, Perisic e Brozovic
Calciomercato Inter, Perisic e Brozovic i primi a lasciare il club

Far quadrare i conti

Serve fretta all’Inter, per questo si parla solo di calciomercato in uscita. Qualora il club mancasse l’obiettivo per una cifra compresa entro i 10 milioni, andrà pagata una multa di 7. Con un ammanco superiore, ecco la sanzione peggiore: esclusione dalle Coppe europee per la stagione 2018/2019. Un danno incredibile per una società che punta al ritorno in Champions League.
Calciomercato Inter, Sabatini studia i colpi
Calciomercato Inter, Sabatini presto a Milano: obiettivo comprare
Sabatini è in Cina, tornerà in settimana. Il suo compito inizierà quando avrà carta bianca sul calciomercato in entrata. Da coordinatore tecnico regalerà a Spalletti un centrocampista da affiancare a Gagliardini. In cima alla lista c’è Matuidi del PSG, 30 anni, con il contratto in scadenza nel 2018. L’ingaggio (9 milioni) può essere un ostacolo. Tra i desideri dell’ex tecnico della Roma ci sono anche Krychowiak, Luiz Gustavo e Borja Valero. Tutti nomi che stuzzicano, ma prima le cessioni. 

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.