FIFA 18, cosa succede se Cristiano Ronaldo lascia il Real Madrid?

Il portoghese è l'uomo immagine del videogame della EA Sports e figura sempre (anche in copertina) con la maglia delle Merengues. Il suo addio può diventare un problema.

2k condivisioni 0 commenti

di

Share

Abbiamo già provato a immaginare ogni genere di scenario possibile (e non) per il futuro di Cristiano Ronaldo, nel caso in cui il suo desiderio di andare via dal Real Madrid si realizzasse. Ma cosa succederebbe per quel che riguarda gli effetti collaterali di secondo piano, come ad esempio gli accordi commerciali e le partnership in corso del giocatore portoghese?

Ad esempio per l'ultima edizione della saga calcistica della EA Sports, FIFA 18, la cui uscita è in programma il prossimo 29 settembre, un suo addio alle Merengues potrebbe causare più di qualche mal di testa nella sede centrale del colosso statunitense del videogame.

Così come per tutti i tifosi del Real Madrid, anche per lo staff dedicato a FIFA 18 della EA Sports saranno giorni molto intensi, che potrebbero essere destinati a durare ancora almeno due settimane, come spiegato in via ufficiosa dal club dei Blancos a Marca. Il tempo necessario a Cristiano Ronaldo per concludere la Confederations Cup, torneo nel quale è impegnato con il suo Portogallo campione d'Europa in carica.

FIFA 18, Cristiano Ronaldo e il Real Madrid

Come tutti, dunque, anche la EA Sports non potrà far altro che aspettare per capire il futuro di Cristiano Ronaldo e, nella peggiore delle ipotesi, rivedere in corsa gran parte della sua strategia di marketing e, soprattutto, dei contenuti interni al videogame in uscita tra poco più di tre mesi.

Di sicuro dovrà crearsi dei programmi alternativi. A livello di uomo copertina, una cosa simile era già capitata nell'estate 2013, quando era stato scelto Gareth Bale come uno dei testimonial di FIFA 14 e il suo passaggio dal Tottenham al Real Madrid scombinò leggermente i piani.

In quel caso furono modificate le immagini promozionali già uscite, ma la situazione era meno complicata: Bale non era l'uomo copertina principale (c'era Leo Messi in primo piano, con altri vari giocatori in secondo piano a seconda dell'edizione geografica del titolo), mentre Cristiano Ronaldo, con la maglia del Real Madrid, è l'unico a colorare la cover di FIFA 18.

Cosa succede ad Alex Hunter e The Journey?

E i problemi non sono finiti: a parte il promo uscito la settimana scorsa di CR7 che gioca, segna ed esulta con la maglia delle Merengues, la EA Sports dovrà certamente rivedere la storia di Alex Hunter in The Journey, che - come da anticipazioni - prevede anche dei colloqui proprio con il portoghese, presumibilmente pure da giocatore del Real Madrid dentro al Santiago Bernabeu.

In quel caso modificare sarebbe decisamente più complicato, perché significherebbe buttare un bel po' di mesi di lavoro e dover correre ai ripari per creare un percorso alternativa nella nuova squadra di appartenenza di Cristiano Ronaldo.

Una soluzione potrebbe essere quella di dare al capitano del Portogallo un'appartenenza variabile, sullo stile di quella riservata su FIFA 17 a Harry Kane, presente in qualità di nuovo acquisto sul mercato in qualsiasi squadra scelta inizialmente da Alex Hunter. Ma se non fosse già stata presa in considerazione un'ipotesi del genere, servirebbe comunque molto lavoro. Tanti pensieri, insomma. Di certo pure FIFA 18 aspetterà con il fiato sospeso la decisione del Pallone d'Oro.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.