WWE, Jinder Mahal a FoxSports.it: "Batto Orton a MITB, poi AJ Styles"

Il campione del roster di SmackDown presenta il prossimo Money in The Bank: "Sono certo che resterò campione, sconfiggerò The Viper davanti alla sua gente".

Jinder Mahal, campione WWE dopo aver battuto Randy Orton a Backlash

136 condivisioni 1 commento

di

Share

Quando il Commissioner Shane McMahon dice che WWE SmackDown è la "terra delle opportunità" non parla certo a caso. Per capirlo è sufficiente guardare il percorso di Jinder Mahal, l'attuale campione WWE, arrivato nel roster blu della World Wrestling Entertainment come acquisto "di secondo piano" del Superstars Shake-Up, direttamente da WWE Raw. Lì, l'unica soddisfazione toccata fino a quel momento era stata quella di arrivare in finale (perdendo anche per via di un'interferenza di Rob Gronkowski, giocatore di Football dei New England Patriots presente tra il pubblico) con Mojo Rawley nella Andre The Giant Memorial Battle Royal di Wrestlemania 33

Per il resto solo sconfitte, fino appunto al suo passaggio a WWE SmackDown. Lì, proprio dove aveva esordito 6 anni prima, l'atleta canadese di chiare origini indiane inizia un'ascesa inarrestabile, favorita anche dalla coalizione creata con i Singh Brothers, Samir e Sunil.

Prima ottiene una title shot per la WWE Championship vincendo un Six-Pack Challenge match con Erick Rowan, Dolph Ziggler, Mojo Rawley, Luke Harper e Sami Zayn, poi conquistando la massima cintura contro Randy Orton a Backlash. Ed è proprio in qualità di campione che Jinder Mahal presenta il prossimo Pay-Per-View, Money in The Bank, dove dovrà difendere il titolo dal tentativo di rivincita di The Viper. Il Maharajah ha parlato in conference call da New Orleans, in Louisiana, sottoponendosi alle domande dei media, tra i quali era presente come sempre anche la redazione di FOX Sports Italia.

WWE SmackDown, parla il campione Jinder Mahal

A Jinder Mahal, abbiamo chiesto cosa significhi per lui questo cambio di prospettiva del suo ruolo in WWE, modificato diametralmente nel corso degli ultimi mesi. Da comprimario a campione, un salto che probabilmente non si aspettava nemmeno lui:

È una grande esperienza essere il campione. Adesso ci sono le foto, le interviste, le prime pagine e così via. Ho aspettato a lungo questo momento e voglio diventare uno dei più grandi di tutti i tempi. Per questo domenica notte a Money in The Bank sarà un match importantissimo, dove dovrò difendere la cintura da Randy Orton, a casa sua, Saint Louis. Sul ring ho sempre dato il 100% e ora finalmente mi sto godendo i frutti. Ho raggiunto i massimi livelli, attualmente sono sullo stesso piano di Brock Lesnar. Lui è il campione principale del roster di Raw, io di SmackDown.

Il Maharajah, conferma poi l'importanza del suo passaggio a WWE SmackDown:

Quando si dice che questo roster sia la terra delle opportunità non si mente. Ora sono campione io, ma ci sono atleti come Shinsuke Nakamura, Sami Zayn o Baron Corbin che non hanno ancora vinto nulla in WWE e non vedono l'ora di riuscirci, così come star del livello di Kevin Owens od AJ Styles, che pur avendo già vinto titoli hanno tanta voglia di farlo ancora. SmackDown è il posto giusto per farlo.

Singh Brothers, Randy Orton e Money in The Bank

Successivamente proviamo a chiedere a Jinder Mahal, quanto abbia influito nel suo successo la collaborazione con i Singh Brothers, determinanti nella sua vittoria del titolo contro Randy Orton:

Li conosco da molto tempo, gli ho chiesto di guardarmi le spalle e so che posso fidarmi di loro. Sono dei grandi atleti nella categoria dei Cruiserweight. Sono fantastici, capiscono il ruolo e la loro posizione. Sono il campione e il loro lavoro è fare in modo che io resti tale. Lo hanno fatto a Backlash e potrebbero farlo anche a Money in The Bank. L’importante è che io sconfigga ancora una volta Randy Orton e resti il campione WWE, con i Singh Brothers a guardarmi le spalle.

Se la previsione si trasformasse in realtà, allora il canadese di origini indiane dovrebbe confrontarsi prima o poi con un nuovo sfidante, colui che riuscirà a prendere la valigetta nel Money in The Bank Ladder Match. E ai microfoni di FOX Sports Italia rivela quale sarebbe il suo avversario preferito:

È davvero imprevedibile il Money in The Bank Ladder Match, difficile fare un pronostico. Mi aspetto un vincitore a sorpresa, magari Sami Zayn. È lo sfavorito, ma potrebbe sorprendere tutti conquistando la preziosa valigetta. Se dovessi scegliere chi affrontare, invece, direi AJ Styles: lo reputo un grande atleta e credo che sarebbe davvero un grande match contro di lui. A prescindere da chi sarà il vincitore, comunque, il suo incasso della valigetta si trasformerà in un fallimento, perché troverà sulla sua strada il Maharajah. Sono campione e intendo restare tale, sono certo che diventerò uno dei più grandi di sempre ed entrerò nella Hall of Fame della WWE.

Un match con John Cena e l'Italia

Rispondendo alle domande degli altri giornalisti, poi, Jinder Mahal rivela anche quale sarebbe il suo match da sogno in WWE:

Un incontro con John Cena. Per me è uno dei tre più grandi della storia della WWE e sarebbe fantastico affrontarlo. Il mio wrestler preferito di sempre è invece Bret Hart. Come ho creato il mio personaggio? Ho tratto ispirazione da molte stelle della WWE di oggi e del passato. Poi però ci ho messo molto del mio per creare il Jinder Mahal di oggi. Giorno dopo giorno ho apportato delle modifiche, evolvendolo. E così sono arrivato a essere il campione. 

Un ruolo che intende confermare ancora a lungo:

Sì, l'unica cosa che so è che sarò campione ancora per molto tempo. A prescindere dal fatto che il prossimo avversario sia John Cena, AJ Styles o magari il mio grande amico ora a NXT Drew McIntyre. Siamo molto legati fuori dal ring, ma la difesa del titolo ora viene prima di tutto e lo sa anche lui.

Infine, un pensiero sulla sua esperienza in Italia, con tanto di messaggio ai fan del nostro Paese:

È stata una bella esperienza venire in Italia. Mi piace la cultura, mi piace il cibo. Spero di tornarci presto, da campione WWE. Per questo a tutti i fan italiani dico di fare il tifo per me affinché io batta Randy Orton al Money in The Bank.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.