La Cina vuole i Mondiali: il presidente a colloquio con Infantino

La Cina vorrebbe ospitare una delle prossime edizioni della Coppa del Mondo di calcio. Il presidente Xi Jinping ne parla col boss della FIFA Gianni Infantino.

Infantino

390 condivisioni 0 commenti

di

Share

La Cina, si sa, da qualche anno sta investendo fior di risorse nel mondo del calcio. Non solo per acquistare squadre e club dei maggiori campionati esteri, ma anche e soprattutto per far crescere un movimento interno che, se è vero che ha bisogno di tempo per decollare, rappresenta un bacino praticamente inesauribile di possibili utenti in grado di rivoluzionare l'intero mercato.

Per questo tutto il mondo del calcio - col presidente della Fifa Gianni Infantino in testa - guarda con grande attenzione e rispetto al movimento calcistico cinese che sta compiendo passi da gigante, ben supportato dallo Stato che finanzia con grande lungimiranza non solo la costruzione di nuovi stadi, ma anche il proliferare di una miriade di modernissime strutture anche piccole, ma diffuse capillarmente su tutto il territorio nazionale.

Pechino, insomma, sta dimostrando di voler fare le cose sul serio anche nel calcio e con il suo milione e mezzo di abitanti rappresenta un potenziale grande interlocutore in prospettiva futura. Per questo, se la Cina chiama la Fifa risponde.

La Cina vuole i Mondiali: il presidente a colloquio con Infantino

La Cina ha individuato nei Mondiali la vetrina ideale per allargare l'interesse del mercato interno verso il calcio, ma anche per mostrare all'esterno le sue strutture all'avanguardia e le straordinarie capacità della sua macchina organizzativa, proprio come accadde con i Giochi Olimpici 2008. E per averli si è mosso il presidente Xi Jinping in persona che ne parlerà domani a Pechino col grande capo della Fifa Gianni Infantino. Un portavoce del governo ha dichiarato:

Poter ospitare la Coppa del Mondo è un sogno condiviso da molti cinesi. Speriamo che ciò accada al più presto.

Il presidente cinese Xi Jinping
Il presidente cinese Xi Jinping è appassionato di calcio

Per quanto presto ciò possa accadere, e Infantino lo sa bene, non potrà però essere prima del 2030, in quanto nel 2022 i Mondiali si giocheranno in Qatar e l'edizione successiva non potrà essere assegnata a un altro paese asiatico. Nel frattempo comunque la Federazione cinese avrà potuto ulteriormente potenziare le sue strutture e avrà rafforzato il suo movimento in modo anche da potersi presentare all'appuntamento con una Nazionale il più competitiva possibile.

Lippi è l'allenatore della Cina
Marcello Lippi è l'attuale allenatore della Cina

Attualmente la selezione cinese, guidata da Marcello Lippi, occupa l'82° posto nel ranking Fifa e nel match di oggi pomeriggio contro la Siria si gioca le residue possibilità di accedere agli spareggi per i Mondiali di Russia 2018. Si tratterebbe della seconda presenza della Cina ai Mondiali: nel 2002 perse tutte le gare del girone senza segnare nemmeno un gol.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.