UFC 212, Max Holloway strappa la cintura a Jose Aldo a Rio de Janeiro

È stata una card molto interessante quella di UFC 212, che ha visto incoronare un nuovo campione dei pesi piuma: Max Holloway ha trionfato contro Jose Aldo.

Max Holloway alza la bandiera

131 condivisioni 0 commenti 5 stelle

di

Share

Un altro evento è giunto al termine. Tra conferme e sorprese abbiamo visto incoronare un nuovo campione. Parecchie finalizzazioni, un solo match terminato ai punti. La main card di UFC 212 ha riservato match molto entusiasmanti. 

Apre la card un match nella categoria dei welter. Il feroce Erick Silva (19-8) sfida un grande incassatore come Yancy Medeiros (14-4). Parte con due calci girati Medeiros, resta composto Silva. Buon overhand di Medeiros poco dopo, ma Silva rinviene, rimane nel match. Lo statunitense è in pieno controllo, Silva prova a trovare il tempo. Il brasiliano trova una bella ginocchiata quasi al termine del primo round, ma Medeiros si riprende immediatamente. Il secondo round offre aperture per entrambi, ognuno dei due contendenti ha i propri momenti.

Silva prima con due ganci, Medeiros con un overhand seguito da un gancio che generano un knockdown. Allo statunitense basta proseguire l'azione in ground and pound per portare la vittoria a casa, forse con uno stop un po’ prematuro, ma di sicuro Silva aveva accusato pesantemente i colpi del suo avversario. Vince Medeiros per TKO al secondo round.

UFC, Medeiros
Yancy Medeiros festeggia la vittoria

UFC 212, fra conferme, sorprese e grandissimi match

La card prosegue con un match nella categoria dei medi. Due veri colossi di categoria: Paulo Borrachinha (10-0) contro Oluwale Bamgbose (6-3). Inizio concitato, Bamgbose va a segno con un gancio. Riesce a portare giù il brasiliano ma non fa danni. Veloce, dai movimenti non ortodossi, il nigeriano tenta assalti rapidi e aggressivi, Borrachinha risponde sempre bene. Ottimi circolari al corpo, seguiti da potentissimi ganci da parte del brasiliano, Bamgbose in difficoltà si rifugia in clinch. In apertura del secondo round, Bamgbose tenta l’headkick, ma Borrachinha lo sbilancia con un perfetto low kick, per poi aggredirlo in ground and pound e mettere la parola fine al match. Vittoria per TKO al seconda round per Paulo Borrachinha che si conferma ottimo prospetto nella categoria dei pesi medi.

UFC, Borrachinha a una cerimonia del peso
Paulo Borrachinha durante una cerimonia del peso

Categoria dei pesi medi. Vitor Belfort (26-13, 1 NC), all'ultimo match in contratto UFC (almeno così si pensava, Belfort a fine match ha dichiarato di avere altri cinque match in contratto) è lontano dai vecchi fasti. Anche Nate Marquardt (35-18-2) non è nel suo periodo migliore. Marquardt parte bene e mette a segno un takedown, l'arbitro fa rialzare i due poco dopo vista la mancanza d'azione. Dallo stand-up è Belfort a prendere meglio le misure. Buoni scambi di braccia, ottimi calci circolari in chiusura. Marquardt cerca di prendere il tempo, ci riesce con buoni calci, ma va quasi sempre a vuoto coi colpi di braccia. Accelera lo statunitense, ma Vitor resiste e risponde bene. È lui a tenere il centro dell'ottagono. Parte un terzo round più lento, di studio. Marquardt va bene a segno col jab, Belfort attende e cerca il counterstriking. A un minuto dalla fine Belfort evita un takedown e risponde con un headkick, poco dopo suona la sirena e decreta la fine del match. Alla fine trionfa per decisione unanime Vitor Belfort.

UFC, Belfort durante un weigh-in
Vitor Belfort durante una cerimonia del peso

Il co-main event è al limite delle 115 libbre, categoria dei pesi paglia. A sfidarsi, Claudia Gadelha (15-2) e Karolina Kowalkiewicz (10-2). Un match che è idealmente un first contender match al titolo UFC appartenente a Joanna Jędrzejczyk, che ha sconfitto già tutte e due le contendenti. Partono entrambe puntando sulla durezza e i primi scambi lo evidenziano chiaramente. Dopo un paio di scambi duri e veloci, Gadelha ottiene il takedown e prende la schiena, riuscendo a mettere a segno una incredibile rear-naked choke al termine del primo round. Si riconferma contendente numero uno la brasiliana, disperata la polacca, finalizzata per la prima volta in carriera.

UFC, Gadelha al microfono
Claudia Gadelha al microfono durante una press conference

Finalmente il momento atteso da tutti. La riunificazione del titolo dei pesi piuma. Il campione indiscusso Jose Aldo (26-3) affronta il campione ad interim Max Holloway (18-3). Partenza lenta e ragionata per i due, pochi scambi, precisi. Un assalto di Jose Aldo viene assorbito benissimo da Holloway, che riparte alla carica. È Aldo a tenere il centro dell’ottagono. Equilibrato il primo round fra i due, forse pendente leggermente dalla parte del brasiliano. È ottimo il timing del brasiliano, che continua con buone combinazioni, montante e diretto. Holloway però reagisce bene. Sul finale del round, Holloway invita Aldo a scambiare, l'impatto psicologico è strano, Aldo rimane fermo per una frazione di secondo, risponde poco dopo. Durante il terzo round, trova il successo Holloway con un doppio uno-due eccezionale alla mandibola di Aldo e da terra inizia a colpire in maniera selvaggia fino a ottenere una meritata vittoria. Dubbi sugli ultimi colpi in ground and pound, che arrivano alla nuca, ma difesa non intelligente dell'ex campione. Nuovo campione dei pesi piuma UFC, il venticinquenne hawaiano Max Holloway che si porta a undici vittorie consecutive e consolida la sua posizione di numero uno assoluto nella categoria delle 145 libbre.

UFC, Max Holloway al microfono
Max Holloway, nuovo campione indiscusso dei pesi piuma UFC

L'appuntamento si rinnova con UFC per la notte tra il 10 e l'11 giugno, UFC Fight Night 110 Hunt vs Lewis. Come al solito su FOX Sports, canale 204 di Sky.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.