UFC, St-Pierre: "Se dovessi perdere, mi ritirerei definitivamente"

Georges St-Pierre si dice pronto ad affrontare la prossima sfida. È in forma, la miglior forma mai raggiunta, a suo dire. Ma qualora dovesse perdere, appenderà definitivamente i guantini al chiodo.

UFC, Georges St-Pierre

9 condivisioni 0 commenti

di

Share

L’ex dominatore dei pesi welter UFC Georges St-Pierre è pronto al rientro, dopo quattro lunghi anni d’assenza.

Il tanto atteso match contro il campione dei medi Michael Bisping valevole per il titolo è momentaneamente saltato, con la rivelazione di Dana White che ha confessato come con tutta probabilità St-Pierre tenterà l’assalto alla cintura dei welter.

Nonostante St-Pierre abbia detto a Ariel Helwani nell’edizione del martedì di The MMA Hour che vuole ancora affrontare Bisping e tornare nel mese di novembre, ha anche dichiarato che se dovesse perdere il match di rientro si ritirerà in maniera definitiva.

UFC, Georges St-Pierre
Georges St-Pierre durante una press conference

UFC e GSP fra un match titolato e l'altro

St-Pierre ha parlato ai microfoni di Ariel Helwani ed è sembrato convinto riguardo il suo futuro: è molto sicuro dei suoi mezzi, è in una condizione perfetta, ma se il match di rientro non dovesse andar bene, non rimarrà a fare da "sacco" agli atleti più giovani:

Una cosa posso dirvi per certo: se dovessi tornare e perdere il match di rientro, è finita. Mi ritirerò definitivamente. Ho ancora fuoco nelle vene – ha continuato il canadese – non voglio mettermi lì a fare da sacco per gli atleti più giovani. Non credo che perderò. Credo di essere nel mio momento migliore, sto mettendo tutto in gioco. So che se sto tornando sui miei passi è perché sono una versione migliorata di ciò che ero e voglio un’altra possibilità per scrivere un altro pezzo di storia. Ma se malauguratamente dovessi perdere, allora passerò il testimone, sarà finita.

Il trentaseienne canadese ha combattuto l’ultima volta nel novembre 2013, quando batté non senza controversie Johny Hendricks per decisione non unanime nel main event di UFC 167. Da lì, GSP abdicò.

C’è molta pressione e questo perché combatterò al mio meglio, come se non ci fosse un domani.

Sembra molto chiaro e definitivo il fatto che la prestazione che GSP offrirà al rientro, contro chiunque questo avverrà, sarà indice del futuro del prossimo Hall of Famer. Vedremo se UFC proseguirà con l’idea Bisping vs GSP in ogni caso o se avrà appunto altri piani per l’ex dominatore dei welter.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.