Totti-Day, Spalletti se la prende con il giornalista (dopo i fischi)

Spalletti non ha vissuto una giornata facile durante il Totti Day: è stato fischiato più volte, reo di non "aver rispettato" il capitano giallorosso, e ha discusso con un giornalista.

499 condivisioni 2 commenti

di

Share

Il Totti Day è stata un giornata di lacrime, commozione, sentimenti positivi per onorare l'ultima in campo di Francesco Totti, leggendario capitano della Roma.

Lacrime su lacrime: quelle dei compagni di squadra, da Manolas a Florenzi, passando per quelle di "Capitan Futuro", Daniele De Rossi. Quelle dei tifosi sugli spalti, che hanno salutato per l'ultima volta uno dei simboli della Roma. 

Dagli spalti sono piovuti applausi per tutti, o quasi: in realtà è andata in scena una specie di battaglia tra bene e male, con fischi per chi, a opinione dei tifosi, ha ostacolato o non ha rispettato il numero 10 giallorosso. Compreso Spalletti. Su tutti Spalletti.

Spalletti fischiato durante il Totti Day
Spalletti fischiato durante il Totti Day

Spalletti al Totti Day, fischi e litigio finale

Spalletti è stato al centro del mondo mediatico, radiofonico, dei bar giallorossi negli ultimi mesi: ogni sua mossa legata in qualche modo a Francesco Totti è stata analizzata discussa, zoomata e filtrata. E il giudizio della piazza è stato impietoso: il tecnico toscano avrebbe dimostrato poco rispetto per l'ultima stagione giallorossa del capitano, anzi, avrebbe in tutti i modi cercato di limitarne le apparizioni. Tanto da costringerlo a umilianti riscaldamenti prolungati per farlo entrare 5' o per non farlo entrare affatto. Un affronto (vero o presunto che sia) che la vox populi non ha mai perdonato.

E durante il Totti Day, nel giorno in cui si è celebrato l'ultimo atto della storia del capitano alla Roma, sul banco degli imputati è salito proprio Spalletti. Non solo: nel momento della premiazione, anche il numero 1 giallorossa, James Pallotta, è stato subissato di fischi. Ma a Spalletti è andata peggio: un cameraman lo ha pizzicato con espressione imperturbabile (o così sarà parso ai tifosi), mentre intorno a lui la squadra esternava profonda commozione. E l'immagine è stata proiettata sui maxischermi dello stadio Olimpico. Immediatamente il tecnico è stato sommerso di fischi, in quella che al 99% è stata anche la sua ultima panchina da allenatore della Roma.

Il tecnico toscano ha dato in escandescenze contro il cameraman, calmato a fatica dai collaboratori di sempre, Domenichini e Baldini. Non solo: dopo essersela presa con l'operatore, ha attaccato il giornalista al suo fianco. L'accusa? Lo avrebbe rimproverato di manovre oscure per intervistare "i suoi nemici". Che a scatola chiusa gli avrebbero mosso guerra totale. E i fischi dell'Olimpico, in qualche modo, ne rappresentano l'epilogo. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.