Rummenigge boicotta la finale di Champions League: "Ce l'hanno rubata"

L'amministratore delegato del Bayern boicotterà la finale di Champions League: "Mai visto un arbitraggio come quello che abbia subito col Real Madrid".

Rummenigge non guarderà la finale di Champions League per protesta per i torti arbitrali subiti

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Una ferita a volte può bruciare anche quando si è rimarginata. Brucia il ricordo, brucia l’amarezza del momento. È così anche per il Bayern Monaco. Il club non riesce ancora a digerire il fatto di aver finito il campionato con un solo titolo conquistato. Vincere la Bundesliga non basta per appagare l’ambizione bavarese.

In quattro anni complessivi con Pep Guardiola e con Carlo Ancelotti come allenatori, il Bayern non è ancora riuscito a vincere la Champions League. E questo spiazza. Perché il club è convinto di aver fatto il salto di qualità. In Germania sono convinti di aver colmato il gap che fino a qualche anno fa c’era con Barcellona e Real Madrid.

Ne è convinto anche Karl-Heinz Rummenigge, amministratore delegato del Bayern Monaco. Che ha ancora qualche bruciore di stomaco nel ripensare alla sfida con il Real Madrid nei quarti di finale della Champions League. Perché lì, in campo, i bavaresi hanno dimostrato di non essere affatto inferiori, anzi.

Vota anche tu!

Il Bayern Monaco è più forte del Real Madrid?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Rummenigge, diserterà la finale di Champions League per protesta

Il Bayern Monaco nella partita d’andata sembrava avere il controllo della situazione. In vantaggio di un gol, sbagliò poi un rigore con Vidal. Si sentirono le assenze di Lewandowski in attacco e di Hummels in difesa. Il Real Madrid nel secondo tempo venne fuori prendendo sempre più fiducia e ribaltò la partita con una doppietta di Ronaldo. Decisivi furono gli episodi. E nella gara di ritorno è andata ancora peggio, al punto che Rummenigge si sente a disagio solo a ricordare quella partita.

I bavaresi riuscirono a recuperare Lewandowski e a pareggiare il risultato dell’andata, imponendosi al Santiago Bernabeu per 2-1 e costringendo il Real Madrid ai supplementari. Poi però alcuni errori arbitrali hanno pesantemente condizionato la partita, permettendo agli spagnoli di vincere 4-2 al 120’. Sono proprio le decisioni di Kassai che Rummenigge ancora oggi non riesce ad accettare, al punto che ha deciso che boicotterà la finale di Champions League fra la Juventus e il Real Madrid. Lì, in fin dei conti, avrebbe potuto esserci proprio il suo Bayern.

Devo andare a Cardiff per i miei impegni con la ECA, dato che abbiamo due riunioni. La partita però non la vedrò. Non sono uno che dimentica in fretta. Tutta l'evoluzione della sfida col Real è dolorosa: battiamo 4-1 il Borussia Dortmund, siamo al top della forma e abbiamo tutti a disposizione. Poi però si fanno male Lewa e Hummels, andiamo comunque in vantaggio ma sbagliamo il rigore del possibile 2-0. Poi quella partita di ritorno... mai visto un arbitraggio così.

Un'eliminazione dolorosa, anche perché per il Bayern Monaco è la quarta di fila ad opera di una spagnola. E che Rummenigge non riesce ancora ad accettare. Nemmeno ora che è finita la stagione. D’altronde una ferita a volte può bruciare anche quando si è rimarginata.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.