Roma, ecco chi è Mattia: il bambino a cui Totti ha dato la fascia

Uno dei gesti più romantici della serata in cuti Totti ha dato l'addio alla Roma: la leggenda giallorossa si toglie la fascia e la lega al braccio del capitano dei Pulcini.

3k condivisioni 0 commenti

di

Share

Il bambino più felice di Roma. E probabilmente anche il più invidiato. Perché è il simbolo della fede per la Roma che continua a vivere. Del sogno di diventare un giorno il più forte di tutti con quella maglia addosso. Mattia Almaviva è il bambino che ieri, al termine della cerimonia d’addio di Francesco Totti, ha ricevuto la fascia direttamente dal capitano.

Il significato del gesto di Totti è chiaro: la sua storia da calciatore è finita, ma non quella della Roma. Ci sarà un nuovo romano, un nuovo romanista e chissà, potrebbe anche diventare capitano. Proprio come accadde a Francesco, a lungo soprannominato Pupone. Il distacco fa male, ai tifosi così come a lui. Ma per quanto difficile ci sarà un nuovo inizio. Ci sarà un sostituto.

Romantico che sia stato proprio Totti a legare la fascia da capitano al braccio di Mattia. Il bimbo, classe 2006, gioca nei Pulcini della squadra giallorossa ed è attualmente il più giovane capitano del settore giovanile della Roma. Nel momento del passaggio di consegne era commosso lui, era commosso Francesco, erano commossi tutti.

Roma, ecco chi è il bambino che ha ricevuto la fascia da Totti

Oggi a scuola Mattia sarà il più invidiato. Dai più grandi e dai più piccoli. E chissà che non si sia portato quella fascia in classe, per farla vedere ai compagni. Forse ci giocherà pure, almeno una volta, perché è una fascia magica e riporla subito in un cassetto sarebbe sbagliato. Va sventolata come una bandiera, perché è una bandiera. Rappresenta fierezza. Rappresenta l’amore per la Roma che continua, anche al termine della carriera del giocatore più forte che abbia mai indossato quella maglia.

Vota anche tu!

Totti è il giocatore italiano più forte di sempre?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Per un giorno Mattia Almaviva sarà il bambino più invidiato della scuola, del settore giovanile della Roma, forse perfino della città o d’Italia. Poi però, a mente fredda, il messaggio sarà chiaro: la fascia Totti non l’ha data solo a lui, ma a tutti i bambini che tifano per una squadra (non per forza la Roma) e che sognano di rappresentarla da capitano. Che sognano di scriverne la storia. Perché quella fascia rappresenta l’amore per il calcio, non soltanto l’amore per la squadra giallorossa. Ma per oggi Mattia resterà il bambino più felice di Roma.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.