Legenden der Bundesliga: Tasmania Berlino, i più scarsi di sempre

Il Tasmania Berlino ha solo record negativi: peggior sconfitta interna (0-9), maggior numero di gol subiti (108). È la squadra più scarsa di sempre in Bundesliga.

La storia del Tasmania Berlino, la squadra peggiore di sempre in Bundesliga

327 condivisioni 0 commenti

di

Share

Questa rubrica è da sempre dedicata alle leggende della Bundesliga. Si sono raccontate le storie di veri e propri eroi: da Neuer a Klopp, da Claudio Pizarro, miglior marcatore straniero della storia del campionato, a Robert Enke, morto suicida nel novembre del 2009 a pochi mesi dai Mondiali che avrebbe giocato da titolare.

Legenden der Bundesliga però è anche fatto di storie particolari: da Gunter Netzer, primo campione pop del campionato tedesco, che entrò in campo da solo, contro il parere del tecnico, e vinse la Coppa di Germania prima di lasciare il Borussia Moenchengladbach per il Real Madrid, all’Amburgo, unico club a non aver mai giocato nella seconda divisione.

La parola “leggenda”, d’altronde ha un'accezione positiva. In realtà però è legata col mito che può essere anche negativo. Perché quando ci sono dei vincitori, per forza di cose, ci sono anche degli sconfitti. Questo racconto è dedicato proprio ai peggiori tra gli sconfitti, quelli che hanno fatto la storia a furia di gol presi e umiliazioni. Questa è la storia del Tasmania Berlin, la squadra peggiore di sempre in Bundesliga.

Tasmania Berlino
Uno dei gol incassati dal Tasmania Berlino

La storia del Tasmania Berlin, la squadra più scarsa di sempre in Bundesliga

Il Tasmania Berlin nasce (ovviamente a Berlino) il 2 giugno del 1900, nel quartiere di Neukölln. Il nome originario in realtà è Rixdorfer TuFC Tasmania 1900, ma cambierà tre volte prima di diventare quello definitivo (SC Tasmania 1900 Berlin) nel 1949. La società ha sempre vissuto alti e bassi (durante la Seconda Guerra mondiale la squadra venne perfino momentaneamente soppressa), ma nel momento della fondazione della Bundesliga nel 1963-64, benché il Tasmania avesse vinto più volte il campionato regionale, venne scelto l’Hertha per rappresentare Berlino nel massimo campionato tedesco. Nel 1965-66 però il Tasmania arrivò finalmente in Bundesliga. Quella promozione però fu una vera e propria maledizione.

Tasmania Berlino 2
La rosa del Tasmania Berlino

Bundesliga, la stagione maledetta del Tasmania Berlino

Eppure all’esordio il Tasmania Berlino riuscì a vincere per 2-0 contro il Karlsruhe. Decisiva la doppietta di Wulf-Ingo Usbeck, realizzata davanti a 81mila spettatori. Da quel momento però la stagione fu un incubo, al punto che per la partita col Borussia Moenchengladbach andarono allo stadio appena 827 persone. Durante l’anno spiccarono risultati quali lo 0-9 contro il Meidericher, lo 0-6 con il Colonia, così come vari 0-5 e il 2-7 contro il Norimberga. Uno dopo l’altro il Tasmania Berlino, che ancora oggi è la peggiore squadra di sempre della storia della Bundesliga (è al 55esimo posto su 55 squadre che hanno partecipato al torneo), fece registrare una serie incredibile di record. Tutti negativi.

Vota anche tu!

Quali storie preferisci?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Nessuno ha segnato meno (appena 15 gol), nessuno ha vinto così poco (appena due partite), nessuno ha portato allo stadio così poche persone in una singola partita (827, appunto), nessuno ha subito più gol (108), né ha incassato così tante sconfitte (28). Nessuno ha mai incassato nemmeno una sconfitta casalinga peggiore (0-9 appunto). I risultati negativi sono così tanti che è impossibile ricordarseli tutti. Uno dei momenti che però è indimenticabile è il gol subito contro il Francoforte il 30 aprile 1966, il centesimo del campionato: i tifosi del Berlino, autoironici, misero una corona di fiori dietro la porta di Heinz Rohloff. Ultimo gesto di una stagione drammatica che paradossalmente fu fatale per la vita stessa del club: per creare una squadra in grado di partecipare alla Bundesliga il club si indebitò a tal punto che, una volta retrocesso, entrò in un vortice negativo senza uscita. Nel 1973 il Tasmania Berlino, la peggior squadra di sempre nel massimo campionato tedesco, fallì, lasciando di sé solo un pessimo ricordo. E una leggenda. Del tutto negativa.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.