Indy 500, vince Takuma Sato! Alonso grande, poi il forfait

Il giapponese ex Formula 1 trionfa ad Indianapolis. Delusione per lo spagnolo, ancora tradito dal motore Honda: il momento nero continua anche lontano dalla McLaren.

Indy 500, vittoria per Sato: rottura per Alonso

197 condivisioni 0 commenti

di

Share

Indianapolis è Indianapolis. Qui si corre da quando hanno inventato le auto da corsa. Un circuito storico, leggendario. Solo il frastuono delle 33 auto in pista ti fa salire il battito cardiaco. E poi quella partenza tutti ammucchiati, i muri sfiorati, gli incidenti. Un bel mix di emozioni che i circa 300 mila spettatori si gustano sulle tribune.

Fernando Alonso, dalla Formula 1 con furore, nella Indy 500 se l’è cavata bene fino all'ultima parte: il motore Honda della sua Andretti va in fumo mentre è in lotta per le prime posizioni. Delusione incredibile, lo spagnolo voleva giocarsela fino alla fine, almeno qui.
Niente da fare: i problemi al motore, che lo annoiano già in McLaren, tolgono tutte le possibilità di vittoria in una Indy 500 spettacolare. Peccato, addio Triple Crown, almeno fino all'anno prossimo. La sfortuna continua, meglio chiamare un esorcista dei motori.

Indy 500, la partenza delle vetture
Indy 500, la partenza della gara numero 101

Indy 500, Alonso scatenato

Pochi giri di prova prima della partenza, ma sembra un mago dell’ovale. La classe di Fernando Alonso, al debutto in una IndyCar, è sempre la stessa. Stabile nelle prime posizioni, sorpassi, controsorpassi, non perde mai la bussola in un circuito veloce, velocissimo, dove si sfiorano i 350 km/h e succede di tutto. Paura al 53esimo giro per Jay Howard e Scott Dixon. I due entrano in collisione, la vettura di quest’ultimo si spezza in due incendiandosi contro le barriere e poi finalmente si ferma. Illesi i piloti, ma stop alla gara per una decina di minuti. In realtà di ‘botti’ ne seguono anche altri, le interruzioni sono continue.

La beffa

Al giro numero 112 dei 200, Fernando Alonso è quarto in lotta con i primi. La battaglia continua con Alexander Rossi e Hunter-Reay, i più in forma insieme allo spagnolo. Poi il colpo di scena: la monoposto di Hunter-Reay dà forfait, una beffa per il leader della corsa. Non è finita: fuma anche la Andretti di Fernando Alonso. Incredibile per lo spagnolo, la sfiga l'ha seguito anche a Indianapolis. Il momento nero continua. Dopo i 200 giri trionfa Takuma Sato, poi Castroneves beffato nel finale, terzo il giovane Jones. Alonso sorride, ma nasconde l'ennesima delusione della sua stagione.
Indy 500, Alonso ko
Indy 500, Alonso in lotta per le prime posizioni prima del ko

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.