Iniesta, messaggio al Barcellona: "Il rinnovo? Non è certo"

Il centrocampista blaugrana a RAC1: "Il rinnovo del contratto è una vicenda da valutare. Se dovessi andare via, nessuno scontro con il club".

Andres Iniesta, centrocampista del Barcellona

746 condivisioni 0 commenti

di

Share

E se la finale di Coppa del Re contro l'Alaves fosse per Andrés Iniesta l'ultima partita con la maglia del Barcellona? La suggestione offerta dalle voci di mercato, che vorrebbero sul numero 8 catalano gli occhi della Juventus, non sono state spazzate via dal diretto interessato, interrogato da a Tu Diràs di RAC1 in un'intervista della quale il Mundo Deportivo ha diffuso alcune anticipazioni.

Al Barcellona da una vita, Iniesta ha un contratto in scadenza nel giugno 2018. Quest'anno ha totalizzato 36 presenze con la divisa blaugrana, con una rete e sei assist all'attivo. Un’anima da vincente, testimoniata da una bacheca ricca di trofei: 8 vittorie della Liga, 7 Supercoppe di Spagna, 4 Coppe di Spagna, 4 Champions League, 3 Supercoppe UEFA, 3 Coppe del Mondo per club con il Barcellona, due Europei e un Mondiale vinti con la maglia della Roja spagnola.

La sua classe e la sua personalità, unite a un contratto prossimo alla scadenza, hanno portato l’ex compagno di squadra Dani Alves, oggi alla Juventus, a suggerire il nome di Iniesta alla dirigenza bianconera. Per la rosa guidata da Massimiliano Allegri, si tratterebbe dell’ennesimo colpo a parametro zero dopo quelli riguardanti Barzagli, Pirlo, Pogba e appunto lo stesso Dani Alves. Per il centrocampista, l’occasione di cercare nuovi stimoli dopo 15 stagioni al Camp Nou. Lui, intanto, a RAC1 ha gettato acqua sul fuoco:

La mia intenzione è di rispettare il contratto, è quello che intendo fare. Poi ci sono sempre altre possibilità, si tratta di valutare ogni aspetto.

Iniesta, futuro lontano da Barcellona? 

La partita contro l'Alaves rappresenterà per il Barcellona la possibilità di sollevare un trofeo al termine di una stagione al di sotto delle aspettative, con l'eliminazione ai quarti di finale di Champions e il secondo posto alle spalle del Real Madrid nella Liga. Un rendimento che, spiega Iniesta, potrebbe incidere sulle sue scelte:

Il modo in cui la stagione è andata potrebbe avere il suo peso: con gli anni impari a dare un valore alle cose.

Luis Enrique, suo allenatore, lo aveva paragonato a un pittore. Al Camp Nou lo conoscono come l'illusionista. Nel futuro del Barcellona, in panchina c'è però Ernesto Valverde, per il quale Iniesta ha avuto parole di stima:

Se l'allenatore sarà Ernesto Valverde, sarò contento per lui. Conosce molto bene l'ambiente. Gli augurerò tutta la fortuna del mondo.

A tener banco è però il suo futuro. A Barcellona sono abbastanza sicuri che Iniesta chiuderà la carriera in Catalogna, ma l’ombra della Juventus resta viva all’orizzonte.

Andres Iniesta e Dani Alves, saranno di nuovo compagni di squadra?
Andres Iniesta e Dani Alves, saranno di nuovo compagni di squadra?

La testa di Iniesta e del Barcellona, intanto, resta proiettata alla finale di Coppa del Re, in programma sabato sera al Vicente Calderon di Madrid. Per delineare il futuro di Don Andrés c'è ancora tempo. Il diretto interessato, però, non ha dubbi circa il suo rapporto con i colori blaugrana, a prescindere da come andrà a finire:

Ho già detto settimane fa che nel momento in cui andrò via da qui non sarà per uno scontro tra Iniesta e il club. Lo ribadisco con forza.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.