Mayweather: "McGregor ha firmato? Non vedo l'ora di farlo anche io"

Sempre più vicina l'ufficialità del "Super Fight" di pugilato tra i due atleti. Dopo la firma del campione UFC, in arrivo anche quella dell'ex boxeur statunitense.

304 condivisioni 0 commenti

di

Share

Prima Dana White aveva anticipato il suo programma operativo, poi è passato all’azione ottenendo la firma di Conor McGregor sulla sua parte di contratto per il tanto atteso incontro di boxe tra il campione UFC e l’ex pugile Floyd Mayweather

Il 50% della pratica, insomma, è stata sbrigata e adesso tocca al boxeur statunitense dare il suo avallo definitivo per rendere realtà un incontro che fino a qualche mese fa sembrava impossibile. 

E a giudicare dalle sue parole sembra proprio che questa seconda (e decisiva) firma su quei documenti sia davvero in procinto di arrivare. Già due giorni fa Floyd si era esposto, parlando del 90% come percentuale di realizzazione del suo combattimento con l’atleta irlandese. E adesso si è lasciato andare ancora di più.

Sempre più vicino l'incontro tra McGregor e Mayweather
McGregor vs Mayweather, incontro sempre più vicino

Mayweather vs McGregor, presto la firma

Mayweather è volato in Inghilterra per vedere il suo giovane talento Gervonta Davis difendere per la prima volta in carriera il titolo mondiale IBF dei pesi superpiuma. Lì ha avuto l’occasione di socializzare con il pugile inglese di origini nigeriane, Anthony Joshua, attualmente detentore dei titoli mondiali IBF, WBA e IBO dei pesi massimi. I due si sono divertiti nell’incontro con i fans, scherzando spesso tra di loro.

E quando Pretty Boy gli ha fatto i complimenti per la sua vittoria su Wladimir Klitschjo e lo ha invitato a Las Vegas per migliorare le sue abilità difensive, Joshua gli ha risposto che accetterà l'invito quando Mayweather combatterà con McGregor. Ed ecco quale è stata la replica di Floyd:

Dicono che McGregor abbia firmato la sua parte del contratto, non vedo l’ora di firmare la mia. Non ho ancora sottoscritto niente, ma non appena tornerò a casa, comunicherò con il mio team, parlerò con Al Haymon, poi con Leonard (Ellerbe, ndr) e vedremo cosa verrà fuori. Ci metteremo tutti in testa questa cosa e così avremo un altro “super fight”.

Joshua ha poi continuato suggerendo ironicamente Wembley come location ideale per quello che sarà il match del secolo. Poi ha continuato a scherzare dicendogli che avrebbe bisogno di qualcosa di più per questo incontro. Tra le risate di tutti i presenti, Floyd ha risposto:

L’incontro con McGregor non è abbastanza grande?

E la replica di Joshua, sempre in tono scherzoso, ha lasciato capire a cosa mirasse il pugile britannico:

Mettimi nell’undercard! Sarà leggendario, questo è un incontro che passerà alla storia.

Ci ha provato, Joshua. E magari in quella riunione per il "super fight", Mayweather troverà uno spazio anche per il nuovo amico.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.