Formula 1, ecco Monaco: date e orari della sfida Vettel-Hamilton

Il tedesco della Ferrari si presenta a Monte Carlo con 6 punti di vantaggio sull'avversario della Mercedes. La Rossa non vince dal 2001: ultimo successo con Schumacher.

84 condivisioni 0 commenti

di

Share

Uno degli appuntamenti più attesi e affascinanti della stagione di Formula 1. Il Gran Premio di Monaco, con le sue strade cittadine, il panorama, lo spettacolo in pista, rimane dal 1929 uno dei momenti da cerchietto rosso sul calendario. E quest’anno di emozioni, con il duello Vettel-Hamilton, ce ne saranno ancora di più.

Il tedesco della Ferrari è avanti in classifica di 6 punti: un margine piccolo, ma che fa capire quanto la Rossa sia migliorata rispetto all’anno scorso e soprattutto pronta a lottare per il Mondiale. L’inglese in Mercedes invece, grande favorito ad inizio stagione, si trova a rincorrere. Galvanizzato dalla vittoria di due settimane fa a Barcellona, ora tenta il sorpasso per mettersi in testa.
Monte Carlo è un tracciato da re: qui solo chi ha il 'manico' può vincere. Che sia una questione solo per i piloti di Formula 1 più forti in questo momento?
Formula 1, Vettel e Hamilton in Spagna
Formula 1, a Monaco ancora sfida Vettel-Hamilton

Formula 1, a Monaco sfida tra principi

Mare azzurro, yacht, belle ragazze e auto di Formula 1. Basta per rendere unico un weekend? Monte Carlo è il circuito più corto del Mondiale con 3337 metri. Basse medie orarie, il picco di velocità è intorno ai 220km/h in fondo all’emozionante tunnel. Si inizia con le prove libere dal giovedì, qualifiche al sabato, gara la domenica. Il circuito è cittadino: finiti gli appuntamenti canonici, si riaprono le strade come se nulla fosse. Poco grip dunque, si va verso una sola sosta. Qui contano le abilità del pilota e il carico aerodinamico della vettura. 
Sarà la 64esima edizione del Gran Premio di Monaco di Formula 1. Sei vittorie per Ayrton Senna, lo specialista nel Principato, è record. E qui la McLaren ha vinto 15 volte dal 1984 ad oggi. Quelli di Woking saranno orfani di Fernando Alonso, ad Indianapolis per la 500 miglia. Si rivedrà l’ex Campione del Mondo Jenson Button, pronto a prendere il sedile dello spagnolo dopo il ritiro nella passata stagione. Hamilton qui ha vinto due volte e nelle ultime tre edizioni è sempre salito sul podio. Un solo trionfo per Seb, datato 2011 ai tempi della Red Bull.
Formula 1, grafico del GP di Monaco
Formula 1, dati e caratteristiche del GP di Monaco

L’importanza delle qualifiche

A Monaco il sabato è fondamentale. L’anno scorso in pole position ci fu un sorprendente Daniel Ricciardo su Red Bull. A vincere invece fu Hamilton, con l’australiano secondo (disastro ai box) e Sergio Perez terzo. Quarta la Ferrari di Vettel, ko quella di Raikkonen. Il team di Maranello non vince da 16 anni sulle strade di Monte Carlo. L’ultimo successo porta la firma di Michael Schumacher. E non solo: in quel giorno del 2001 Rubens Barrichello, con l’altra Ferrari, si piazzò secondo per una bellissima doppietta. Qui, dove è difficile sorpassare, bisogna dare il meglio nella battaglia alla pole. 
Formula 1, Schumacher a Monaco
Formula 1, l'esultanza di Schumi nella vittoria a Monaco 2001

Programma e orari del GP di Monaco

Giovedì 25 maggio: 10-11:30 prove libere 1. 14-15:30 prove libere 2.
Sabato 27 maggio: 11-12 prove libere 3. 14-15 qualifiche.
Domenica 28 maggio: ore 14 gara.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.