Thompson e McMaster in luce al Jamaica Invitational di Kingston

La campionessa olimpica dei 100m e dei 200m Elaine Thompson e l’astro nascente dei 400 ostacoli Kyron McMaster hanno illuminato una splendida edizione del Jamaica Invitational di Kingston, tappa inaugurale del circuito IAAF World Challenge 2017

9 condivisioni 0 commenti

di

Share

Thompson ha conquistato il secondo successo stagionale sui 200 metri fermando il cronometro in 22”09, tempo con il quale ha migliorato il record del meeting eguagliando la prestazione più veloce dell’anno stabilita dalle statunitensi Tori Bowie a Gainesville e Dejeah Stevens a Eugene in occasione dei Pac 12 Championships a metà Maggio. Thompson ha battuto la specialista dei 400 metri Shericka Jackson, seconda con 22”61.

Thompson sarà la star dello straordinario 200 metri di Eugene dove affronterà Dafne Schippers, Allyson Felix, Shaunae Miller Uibo e Tori Bowie (diretta su Fox Sports Plus Sabato 27 Maggio dalle ore 22).

Ho pensato soprattutto a seguire le istruzioni del mio coach. Mi aveva detto di uscire dalla curva e controllare la corsa. E’ stata una stagione frenetica. Sono arrivata direttamente da Shanghai e qui ho corso un altro grande tempo. Devo semplicemente rimanere concentrata e continuare a lavorare duramente

La grande sorpresa della serata di Kingston è arrivata dal ventenne Kyron McMaster, che ha demolito la migliore prestazione mondiale dell’anno sui 400 ostacoli con un fantastico 47”80. McMaster si mise in luce nell’estate 2016 quando vinse la medaglia di bronzo ai Campionati del Mondo Juniores di Bydgoszcz con la maglia delle Isole Vergini Britanniche. Nella gara del Jamaica Invitational McMaster ha preceduto il due volte campione mondiale under 20 Jaheel Hyde della Giamaica (48”52), il campione del mondo di Helsinki 2005 Bershawn Jackson (48”63) e il portoricano Javier Culson, due volte argento mondiale e bronzo olimpico a Londra 2012 (48”72).

Nello sprint maschile il giamaicano Yohan Blake si è imposto in 9”93 precedendo il campione NCAA Ronnie Baker, sceso per la seconda volta in stagione sotto i 10 secondi con 9”98, e Mike Rodgers (10”02). Blake, compagno di allenamenti di Usain Bolt sotto la guida di coach Glen Mills, è tornato ad esprimersi sui livelli delle stagioni 2011 e 2012 quando vinse l’oro ai Mondiali di Daegu e il doppio argento sui 100m e sui 200m a Londra alle spalle di Bolt. In seguito il velocista giamaicano è stato frenato da una serie infinita di infortuni dal quale è uscito lo scorso anno con il quarto posto alle Olimpiadi di Rio de Janeiro.

Sui 200 metri la star canadese André De Grasse (bronzo sui 100m e argento sui 200m e nella staffetta 4x100 alle Olimpiadi di Rio 2016) ha stabilito il personale stagionale sui 200 metri con 20”14 precedendo il campione olimpico di Pechino 2008 e iridato di Mosca 2013 Lashawn Merritt (20”28) e il talento britannico originario di Anguilla Zharnell Hughes.

La preparazione è stata rallentata quest’anno perché ho iniziato ad allenarmi tardi. Sto cercando di trovare la mia forma migliore

Le parole di Lashawn Merritt:

Sono qualificato per i 400 metri ai Mondiali di Londra avendo la wild card come vincitore della Diamond League nel 2016. Per questo penso di cercare di qualificarmi per Londra anche sui 200m in occasione dei Trials statunitensi di Sacramento di fine Giugno

Gli altri verdetti del meeting di Kingston

Morolake Akinosun, campionessa statunitense sui 60 metri indoor a Albuquerque nel 2017 e quarta ai Trials Olimpici 2016 di Eugene sui 100 metri in 10”95, si è aggiudicata i 100m femminili al photo-finish sulla finalista olimpica e mondiale Michelle Lee Ayhe di Trinidad and Tobago con lo stesso tempo di 11”07. La plurimedagliata olimpica e mondiale Allyson Felix ha debuttato in questa stagione classificandosi terza in 11”08 in un test in vista dei 200 metri di Eugene.

La statunitense Sherika Nelvis si è confermata come l’ostacolista più in forma del momento vincendo i 100 ostacoli in 12”64 per quattro centesimi di secondo sulla connazionale Jasmin Stowers. La giamaicana Danielle Williams si è classificata terza in 12”78. Pochi giorni prima Nelvis aveva stabilito la seconda migliore prestazione mondiale dell’anno con 12”58 vincendo a Baie Mahault in Guadalupa.

Lo statunitense Aleec Harris, terzo al mondo nel 2017 con il 13”18 realizzato a Baie Mahault, ha vinto la seconda gara consecutiva in 13”22 precedendo di sei centesimi di secondo Devon Allen, due volte campione NCAA ed ex star universitaria di football americano.

La trentacinquenne Novlene Williams Mills ha vinto i 400 metri femminili in 50”54 nella sua ultima apparizione in questo meeting. La plurimedagliata della staffetta 4x400 giamaicana ha annunciato l’intenzione di concludere la sua lunga carriera a fine stagione.

La Giamaica è stata protagonista anche sui 400 metri maschili dove Demish Gaye ha ribadito il suo ruolo di star emergente del giro di pista nel paese dei Caraibi vincendo in 45”08 davanti al belga Kevin Borlée ((45”52) e allo statunitense Tony McQuay (45”73).

Lo statunitense Sam Kendricks ha vinto la terza gara stagionale nel salto con l’asta maschile dopo Des Moines e Shanghai valicando l’asticella alla misura di 5.80m.

La campionessa olimpica e mondiale del salto triplo Caterine Ibarguen ha debuttato in questa stagione vincendo con la misura di 14.43m.

L’atletica giamaicana non produce solo grandi velocisti ma anche una specialista di valore sui 3000 siepi come Aisha Praught, che ha fermato il cronometro in 9’31”85 dopo il recente record nazionale stabilito a Doha. Anche nei concorsi la Giamaica sta facendo passi da gigante come nel lancio del disco dove Fedrick Dacres ha realizzato l’ottima misura di 66.36m.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.