Real Madrid campeón: è la Liga delle Riserve Galattiche

Da Isco a Morata, da Asensio a James Rodriguez e Lucas Vazquez: la vittoria della Liga passa per il contributo delle seconde linee più forti d'Europa.

Real Madrid campione della Liga

794 condivisioni 0 commenti

di

Share

Acclamare i protagonisti di questa Liga vinta, la 33ª nella storia del Real Madrid, è semplice: Cristiano Ronaldo e Sergio Ramos, Modric e Kroos, Marcelo e Casemiro. Alt, siamo sicuri che sia davvero così semplice? No, scorrere i nomi dei titolarissimi di Zinedine Zidane non basta: per capire chi ha davvero scolpito il suo nome nel trionfo blanco, vietato fermarsi qui.

C’è un gruppetto di giocatori, cinque su tutti, che nell’once de gala non trovano spazio. Sono quelli che di solito, nelle grafiche degli schieramenti, vengono inseriti tra parentesi sotto al nome dei titolari. Ma che probabilmente sarebbero colonne portanti di almeno il 90% delle squadre di tutta Europa.

Di chi stiamo parlando, l'avete già intuito: Isco, Alvaro Morata, James Rodriguez, Marco Asensio e Lucas Vazquez. Un quintetto da sogno per tanti top club (non a caso i primi tre hanno una fila infinita di corteggiatrici), ma che nei neo campioni di Spagna si sono dovute accontentare del ruolo di "riserve di lusso". Anzi, di extra-lusso: nella vittoria del Real Madrid, il loro contributo è stato gigantesco.

Real Madrid, è la Liga delle Riserve Galattiche

Come volessero offrirci un compendio dell'intero campionato, le tre partite delle merengues prima di Malaga parlano chiaro: Zidane si è affidato senza remore alle sue seconde linee, considerate praticamente all'unanimità come le più forti d'Europa. Tanto per capirci: al quintetto magico possiamo aggregare tranquillamente anche uno come Mateo Kovavic. Torniamo però alle ultime tre uscite del Real Madrid, prima del trionfo alla Rosaleda: 4-0 in casa del Granada, 4-1 interno contro il Siviglia e ancora 4-1 nel recupero con il Celta Vigo. Di queste dodici reti, 8 portano la firma dei cinco chicos: 4 gol segnati (le doppietta di James Rodriguez e Morata contro il Granada) e 4 assist serviti (Lucas Vazquez e Asensio, sempre a Granada, e ben due di Isco con il Celta).

Morata e James Rodriguez hanno messo il loro zampino sulla vittoria in Liga del Real Madrid
Morata e James Rodriguez: due delle riserve protagoniste del trionfo in Liga del Real Madrid

Un bottino impressionante (due terzi dei centri totali), collezionato nelle sfide decisive per assegnare la Liga 2016/17. Linfa vitale per Zizou, chiamato a gestire le forze per il doppio rush finale tra campionato e Champions League. Tra Granada e Siviglia, non dimentichiamo, i blancos hanno difeso la conquista della finale nel derby in casa dell'Atletico Madrid. E chi ha segnato il gol del 2-1, che ha spento ogni ambizione di remuntada dei Colchoneros? Uno di quei "cinque", Isco cioè, in versione centravanti nel finalizzare la giocata fantascientifica di Benzema. Insomma, non solo campionato: anche lungo strada per Cardiff è possibile imbattersi nei loro busti celebrativi (altro esempio, Asensio nel ritorno contro il Bayern Monaco).

Un terzo dei gol è opera loro. Anzi, in campionato...

D'altra parte, l'abbiamo premesso: definire questi giocatori semplici riserve è in insulto anche al più piccolo senso di giustizia. È praticamente impossibile limitarsi a dire che "il centrocampo titolare del Real è Modric-Casemiro-Kroos" o che la BBC sia un monolite intoccabile lì in attacco. Per Zidane, ok, il tridente delle meraviglie Bale-Benzema-Cristiano Ronaldo non è mai stato in discussione. Ma gli infortuni del gallese e il killer instinct spesso appannato del francese (appena 11 reti in campionato) hanno richiesto il pronto intervento dei rincalzi d'oro. Bene, sapete quanti gol hanno segnato i Magnifici Cinque? Tra campionato e coppe, 55 gol sui 169 totali dell'intero Real Madrid. Detto in altri termini, il 32,5%: praticamente un terzo delle reti realizzate in stagione dai madrileni è opera loro.

Il dato diventa ancora più stupefacente se si considera la sola Liga: 46 gol su 106 complessivi, ossia il 43,4%. Non è un caso allora che, nella Top 5 dei capocannonieri della Casa Blanca, ci siano tre di loro: con 15 reti, Morata è il secondo alle spalle di Cristiano Ronaldo; Isco ha segnato solo un gol in meno di Benzema (10); James è il quinto a quota 8. A questi si aggiungono le tre marcature di Asensio e i due centri di Vazquez. Solo CR7, insomma, può fare la voce grossa tra i titolarissimi dell'once de gala.

Un contributo impressionante, a dispetto dei minuti giocati

I numeri non lascerebbero a bocca aperta se questi cinque giocatori fossero stati inamovibili nelle scelte di Zidane. Ma è proprio il loro utilizzo a rendere astronomico il loro peso specifico sulla vittoria finale. La media gol di Morata, per esempio, è da cannibale: un gol ogni 88,7 minuti in campionato, uno ogni 93,5 a livello stagionale. Giocando, sia bene inteso, più di 1000 minuti in meno rispetto al rivale di ruolo Benzema: l'ex Juventus è il quintultimo per minuti disputati in campionato (tra quelli che hanno collezionato almeno dieci presenze). Anche il rendimento di Isco è da fuoriclasse: tra 11 gol e 10 assist totali, in questa stagione il nazionale spagnolo ha messo lo zampino ogni 111,7 minuti.

Lucas Vazquez ha collezionato il maggio numero di presenze in stagione
Lucas Vazquez è il giocatore con più presenze nella rosa di Zidane

Emblematico, per altri versi, anche l'impiego di Lucas Vazquez: con 50 presenze complessive (33 in campionato), è proprio il classe '91 il giocatore in rosa ad aver raccolto più presenze. A fronte però di 2.279 minuti totali (12° della squadra) e 1.383 in campionato (addirittura 16°). E James Rodriguez? Nonostante il colombiano sia il quarto marcatore stagionale della rosa (11 centri), è il quartultimo per minuti disputati in campionato. Infine, Marco Asensio: 9 i gol totali per il maiorchino, gli stessi di Bale, nell'annata che l'ha lanciato come crack del prossimo futuro. A cinque di distanza dall'ultimo trionfo in Liga, il Real torna insomma a festeggiare il titolo nazionale. Mai come quest'anno, nel segno delle riserve. Galattiche riserve.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.