Cristiano Ronaldo, di due in due: adesso è il turno della Liga

Dopo aver vinto per due volte Champions League, Mondiale per Club, Supercoppa europea e Copa del Rey, a Malaga CR7 cerca il personale bis pure in campionato.

Cristiano Ronaldo contro il Malaga cerca il secondo titolo in Liga

214 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Va avanti di due in due, Cristiano Ronaldo. Da quando è diventato un giocatore del Real Madrid ha già messo nel suo largo curriculum 2 Champions League (un dato potenzialmente migliorabile a Cardiff), 2 Mondiali per Club, 2 Supercoppe europee (la seconda non giocandola), tutti i bis nel 2014 e 2016, più 2 Copa del Rey, nel 2011 e 2014. Gli unici trofei fermi a un solo successo sono la Supercoppa di Spagna e la Liga

Per quanto riguarda il campionato spagnolo questa "imperfezione" curriculare potrà essere sistemata già stasera (diretta alle ore 20 su Fox Sports, canale 204 di Sky), con la trasferta a Malaga, una squadra a cui ha già segnato 15 volte in carriera e che è pronto a bucare anche in questa occasione, prendendosi così la sua seconda Liga in carriera.

Sarebbe un modo per compensare quel dato anomalo di "soli" 24 gol in questo torneo, una stranezza per un giocatore abituato a contendersi con Leo Messi il titolo di Pichichi ogni anno. In quello attuale, invece, l'impiego più oculato del portoghese ha sì permesso di averlo al 100% per questo finale di stagione, ma allo stesso tempo gli ha impedito di competere fino in fondo per il titolo di capocannoniere, già virtualmente della Pulce (35), con Luis Suarez in seconda posizione (28).

Cristiano Ronaldo e la seconda Liga

Cristiano Ronaldo sarebbe ben felice di barattare quel titolo di Pichichi con le vittorie di Liga e Champions League (dove ne ha segnate altre 10), ecco perché vuole prendersi già il primo titolo stasera, vivendo da la partita da protagonista. D'altronde se segnasse nell'ultima gara di campionato, non sarebbe una novità per lui.

Anzi, sarebbe strano se non ci riuscisse. Nei suoi 5 precedenti nel Real Madrid in cui ha partecipato all'ultima giornata di Liga, solo una volta, alla sua prima stagione, non è andato a segno, proprio contro il Malaga a La Rosaleda nel 1-1 del 2009/2010.

Per il resto ne ha segnate 2 all'Almeria nell'8-1 al Bernabeu della stagione successiva, un altro al Maiorca, sempre in casa, l'anno dopo. Si passa poi 2014/2015, con la tripletta al Getafe nel 7-3 di Madrid, fino a concludere con la doppietta decisiva dello scorso anno al Riazor, 0-2 sul campo del Deportivo La Coruña. Quando c'è da chiudere in bellezza il campionato, insomma, Cristiano Ronaldo sa come si fa.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.