Bundesliga, "dramma Wolfsburg": rischia il club più italiano di Germania

I lupi biacoverdi sono la squadra più italiana che ci sia in Bundesliga. In grave difficoltà, dovranno ora affrontare il derby con il Braunschweig nello spareggio per salvarsi.

Il Wolfsburg per giocare in Bundesliga l'anno prossimo dovrà salvarsi nello spareggio

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Irretrocedibile. L’Amburgo è così. Non è in grado di retrocedere. È sempre stato (e sempre sarà?) in Bundesliga. Nelle ultime quattro stagioni sembrava spacciato in ben tre occasioni. In due si è salvato allo spareggio, sabato segnando il gol decisivo all’88’. Una settimana fa aveva pareggiato in pieno recupero contro lo Schalke. Questione di miracoli, di leggenda. Ma mentre ad Amburgo esultano, altrove piangono. E retrocedono.

Già perché se l’Amburgo si salva sempre all’ultimo secondo, c’è chi all’improvviso si trova all’inferno. In questo caso a scontrarsi contro l’irretrocedibilità dell’Amburgo è il Wolfsburg, il club più italiano che ci sia in Germania. I lupi, saliti in Bundesliga esattamente 20 anni fa, rischiano ora di lasciare il massimo campionato tedesco. E pensare che erano partiti convinti di poter tornare in Europa.

A rendere il tutto ancora più drammatico è l’avversario che il Wolfsburg incontrerà al play-out, il Braunschweig. Perché non sarà semplicemente uno spareggio, sarà anche un derby. I due stadi che ospitano le due società distano esattamente 35 chilometri e 200 metri. La partita d’andata si giocherà giovedì 25, quella di ritorno lunedì 29.

Vota anche tu!

Il Wolfsburg riuscirà a salvarsi?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Bundesliga, il Wolfsburg allo spareggio

Come detto il Wolfsburg è la squadra più italiana della Bundesliga. Andrea Barzagli e Cristian Zaccardo hanno vinto lo scudetto nel 2008-09 proprio giocando per la squadra controllata dalla Volkswagen. Gli altri due trofei che il club vanta nella propria bacheca sono la Coppa di Germania e la Supercoppa del 2015. In entrambi i casi in rosa c’era anche Daniel Caligiuri. Attualmente in città risultano vivere circa 10mila italiani, molti sono dipendenti della Volkswagen, altri gestiscono bar e ristoranti, compreso uno (molto gettonato) di fronte allo stadio del Wolfsburg.

I tifosi dell'Amburgo
I tifosi dell'Amburgo festeggiano la salvezza

E gli italiani lì sono particolarmente ben visti: all’entrata della stazione ferroviaria della città è stata messa una statua di bronzo ("L’Emigrante") che raffigura proprio un italiano con la valigia in mano. Il proprio amore per l’Italia, Wolfsburg l’ha dimostrato anche in autunno. La Lupo Martini, seconda squadra della città e in mano agli italiani, ha organizzato un’amichevole col Wolfsburg con lo scopo di raccogliere fondi per Amatrice. Restando al campo, però, il crollo dei biancoverdi non sorprende più di tanto. In estate la squadra è stata costruita male con molti giocatori (vedi Draxler, Caligiuri e Ricardo Rodriguez) desiderosi di lasciare il club il prima possibile. Pur avendo un monte ingaggi fra i più alti della Bundesliga così il Wolfsburg si è ritrovato fin da subito in difficoltà, con i giocatori accusati di non tenere alla società. Perfino Mario Gomez ha ammesso che il terzultimo posto è meritato. Il risultato quindi è lo spareggio per non retrocedere. Anche se quello è pure un po’ colpa dell’Amburgo. Che, ancora una volta, si è ricordato all’ultimo secondo di essere irretrocedibile.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.