Barcellona, scelto Valverde: c'è lui per il dopo Luis Enrique

I media catalani ne sono sicuri: l'allenatore dell'Athletic Bilbao sarà il nuovo volto sulla panchina blaugrana. Conosce l'ambiente, ha giocato al Camp Nou.

174 condivisioni 0 commenti

di

Share

Stasera il Real Madrid può fare un passo decisivo per la conquista della Liga contro il Celta Vigo: c'è da giurarci che tutto il Barcellona starà incollato alla tv La dirigenza blaugrana invece, lavora sodo per il dopo Luis Enrique. L’attuale allenatore lascerà a fine stagione. Nei piani alti si buttano giù le basi per il futuro che verrà.

La caccia al nuovo tecnico va avanti da mesi. Sfumata quasi del tutto la candidatura del secondo di Lucho, Juan Carlo Unzué, per molti il favorito successore sulla panchina. E invece ecco, un po’ a sorpresa, Ernesto Valverde, attuale allenatore dell’Athletic Bilbao.
Mundo Deportivo scrive sicuro: sarà lui il nuovo tecnico del Barcellona. E in attesa di finire la stagione, la dirigenza si muove sotto traccia per trovare l’accordo definitivo.
Barcellona, Valverde per la panchina
Barcellona, Valverde è il profilo ideale per la panchina

Barcellona, la panchina aspetta Valverde

RAC 1, emittente radiofonica catalana, parla anche dei particolari. Il Barcellona ha scelto Valverde, ed è pronta ad offrirgli un contratto biennale, da ufficializzare dopo la Coppa del Re del 27 maggio. Festa per Luis Enrique, dopo 3 anni di vittorie e qualche peccato veniale, e il 29 tutti ad accogliere il nuovo allenatore. Esce di scena così Unzué: per lui sembra sia stata decisiva quella litigata con Neymar, accolta malamente anche dal resto dello spogliatoio. Spogliatoio che invece pare abbia avallato la scelta Valverde.

L’incoronazione di Cruyff e tanti complimenti

Guarda caso, Valverde si è affermato da giocatore proprio al Barcellona sul finire degli anni ’80 ed inizio anni ’90. In bacheca una Coppa delle Coppe e una Coppa di Spagna. Poi a Bilbao 6 anni, prima di finire la sua carriera al Maiorca. Di passaggio, nel 1990, pure una apparizione con la Nazionale spagnola. 20’ di gloria, gli unici, ma che sicuramente ricorderà.
Barcellona, Valverde in azione
Barcellona, Valverde in azione con la maglia blaugrana
Da allenatore ha iniziato proprio all’Athletic Bilbao, poi Espanyol e Olympiakos. In Grecia nasce un feeling particolare con i biancorossi. Vince il suo primo campionato nel 2009. Torna in Spagna, al Villarreal fallisce, rieccolo al Pireo, vince altri due titoli. Poi Valencia, esonerato, infine Bilbao. Dal 2013, instancabilmente, ha fatto giocare benissimo i baschi, portandoli anche alla vittoria di una Supercoppa di Spagna nel 2015 vinta contro il Barcellona. Non una vittoria normale, no: ma un sonoro 4-0 (all’andata) con un gol di San José e ben 3 del sempreverde Aduriz. 1-1 il ritorno, una passeggiata. Era il Barça di Luis Enrique.
Qualche anno fa, Johan Cruyff, lo definì uno dei tecnici più preparati e promettenti di Spagna. ‘El Txingurri’, così il soprannome di Valverde (formica in basco), è pronto a dire sì al Barcellona. A 53 anni ecco la sua più grande occasione della vita. Di certo sarà un compito arduo, ma affascinante come pochi. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.