UFC 211: Dallas, terra di emozioni e conferme

Si è conclusa una nottata da urlo in quel di Dallas: UFC 211 ha regalato meno upset del previsto, offrendoci però tante conferme anche inaspettate.

UFC 211: Miocic vs Dos Santos

128 condivisioni 0 commenti 5 stelle

di

Share

Anche UFC 211 fa parte del passato. L'evento dell'American Airlines Center di Dallas ci ha regalato un'altalena d'emozioni come successo poche volte in questo 2017. Main card dall'alto tasso di spettacolarità, se si esclude il pessimo andazzo di Krzysztof Jotko vs David Branch, con quest'ultimo che - al secondo esordio in UFC - ha sconfitto il proprio avversario con uno dei lay and pray peggiori degli ultimi anni, strappando una split decision che poco si addice a quanto fatto vedere dall'ex pluricampione WSOF nel recente periodo. Categoria pesi medi che avrà con tutta probabilità un nuovo membro nella sua top 15, con Branch che ha utilizzato un approccio simile a quello del primo Eddie Alvarez visto in UFC. Sorpresone della serata nella categoria pesi piuma, dove il veterano Frankie Edgar fa praticamente quello che vuole del taekwondoka Yair Rodriguez, proiettandolo in lungo e in largo e martoriandolo in ground and pound. Brutto trauma per il longilineo messicano, che già sul finire del primo round ha mostrato un occhio sinistro tumefatto. Situazione peggiorata al termine del secondo round, con l'arbitro che, dopo un consulto con il dottore dell'evento, ha sancito la fine del match per stop medico.

Yair Rodriguez's eye
L'occhio tumefatto di Yair Rodriguez.

Altra decisione non unanime nel terzo incontro della serata, con Demian Maia che ha sconfitto Jorge Masvidal al limite della categoria pesi welter. Solito assolo nel BJJ del brasiliano, che con una maestria pazzesca conquista la schiena dell'avversario già a partire dalla metà del primo round. Ottimo comeback di Masvidal a cavallo tra la fine della prima e l'inizio della seconda ripresa, con l'ex street fighter che mette in mostra la sua proverbiale takedown defence, non mostrando alcuna remora nel colpire l'avversario in ground and pound, nonostante la pericolosissima guardia di Maia. Terzo round che vede per larga parte il grappler carioca controllare nuovamente la schiena di Masvidal, portando qualche colpo di lì alla fine della contesa. Alla fine sarà proprio Demian Maia a trionfare per split decision, con un Masvidal che lascia l'ottagono visibilmente irritato.

Jedrzejczyk vs Andrade recap
Le impietose statistiche relative al match tra Joanna Jedrzejczyk e Jessica Andrade.

Poco da dire invece sui due match titolati. Joanna Jedrzejczyk ha infatti difeso ancora una volta con successo la cintura pesi paglia UFC, sbarazzandosi di una Jessica Andrade inerme contro l'enorme classe della campionessa. Statistiche imbarazzanti, con un giudice che ha addirittura assegnato un 50-44 nei confronti della polacca, mai parsa in difficoltà. Andrade che era stata additata da tanti addetti ai lavori come possibile candidata all'upset, in virtù di una forza fisica e di uno stile che ben si sarebbero potuti sposare con una Joanna in continua evoluzione e sempre più dominatrice della scena delle MMA femminili. Difficile invece dilungarsi sull'incontro tra Stipe Miocic e Junior Dos Santos, valido per l'assegnazione del titolo pesi massimi UFC. Cigano, ombra di se stesso, resiste giusto poco più di due minuti, prima di cadere sotto le bordate lanciate dallo statunitense di origine croate. Raggiunto il record di difese titolate per Miocic, che può fregiarsi di essere uno dei pochi campioni capaci di difendere la cintura in almeno due occasioni. JDS davvero non pervenuto, apparso superato e senza mordente. Dall'altro lato invece uno Stipe pazzesco, i cui prossimi avversari potrebbero essere Cain Velasquez o Francis Ngannou.

Il prossimo appuntamento con UFC

Nuove ferie per UFC, che tornerà ad aprire le porte della gabbia più famosa al mondo tra due settimane. Nella notte tra domenica 28 e lunedì 29 maggio infatti, la promotion più importante al mondo nel settore delle MMA tornerà con una importante card europea che troverà compimento alla Ericsson Globe di Stoccolma. Nel frattempo però continuate a tenere d'occhio la sezione arti marziali miste del nostro portale, per non perdere neanche una notizia sul mondo UFC e non solo!

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.