Liga, l'Osasuna vince 2-1 la sfida tra le ultime contro il Granada

In ballo c'era soltanto la voglia di evitare l'onta dell'ultimo posto in classifica. Una sfida vinta dalla squadra di Pamplona

103 condivisioni 0 commenti 5 stelle

di

Share

La sfida tra le già retrocesse Osasuna e Granada termina con il risultato di 2-1. L'Osasuna si porta in vantaggio nel primo tempo grazie a una rete del difensore Mondragón. Poco prima dello scadere delle prima frazione, il Granada pareggia con Ramos. Nella ripresa, Kodro riporta avanti i padroni di casa. Con questa vittoria, l'Osasuna sale a 22 punti relegando all'ultimo posto in classifica gli avversari di giornata del Granada, fermi a quota 20 punti. 

Osasuna v Granada, il racconto del match 

Al 4' arriva il primo squillo del match: incursione dalla destra di Torres, che suggerisce in area per Kodro, la cui girata viene deviata in angolo da Ingason. Al 20', destro a giro pericolosissimo di Torres, il pallone passa in mezzo a diverse maglie e viene respinto da Ochoa. Passano sessanta secondi e Kodro si avventa su un pallone vagante ma, a tu per tu con Ochoa, spara clamorosamente alto. Al 24' il match si sblocca: una serie di rimpalli in area sugli sviluppi di un calcio d'angolo porta Steven Mondragón alla conclusione, il difensore, con un destro ben piazzato, supera Ochoa e porta avanti l'Osasuna. Il Granada potrebbe pareggiare già al 26', ma Boga si fa ipnotizzare da Salvatore Sirigu. Al 41' l'Osasuna trova il gol del pari: cross di Pereira, ottima scelta di tempo di Ramos che anticipa tutti e supera Sirigu con un colpo di testa vincente.

L'Osasuna la fa sua nel secondo tempo 

Al 58', bella incornata di Lomban sull'angolo battuto da Foulquier, il pallone termina a lato non di molto. Ennesima discesa di Berenguer al 66', che pesca al centro dell'area Kodro, che ci prova di prima intenzione con un bel mancino a giro: la sfera non inquadra lo specchio e termina alta sopra la traversa. Al 73', cross di Hongla per Ramos, l'ex Dortmund sul secondo palo prova il tiro ad incrociare, spedendo il pallone sul fondo. Al 75', l'Osasuna trova il secondo vantaggio: colpo di testa violento di Vujadinovic sugli sviluppi di un calcio d'angolo, grande riflesso di Ochoa, che nulla può sul tap-in di Kodro.

Share

Vota

Commenta

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Leggi di più.