Real Madrid - Juventus: precedenti in vista della Champions League

Perfetto equilibrio tra le due finaliste di Champions League: 8 vittorie a testa e 2 pareggi nei 18 confronti, ma i bianconeri vogliono vendicare la sconfitta di Amsterdam del 1998.

Juventus contro Real Madrid: i precedenti

0 commenti

di - | aggiornato

Share

DisneyPlus, un nuovo mondo ti aspetta. Abbonati ora.

Quello che doveva essere, è stato. Le favorite per la vittoria finale si ritroveranno a Cardiff il 3 giugno per decretare la vincitrice della Champions League 2017/2018. Due squadre accomunate dallo stesso destino: dover vincere a tutti i costi.

Real Madrid - Juventus precedenti nella storia ce ne sono eccome: 8 incontri, 8 vittorie a testa e 2 pareggi. Oltre al sorpasso, per la squadra di Allegri - in caso di successo in Coppa Italia - vorrebbe dire centrare il primo triplete della sua storia. E allo stesso tempo vendicare la finale di Amsterdam del 1998.

Ma anche i ragazzi di Zidane sono concentrati sul loro obiettivo: battendo la Juventus, diventerebbero la prima squadra a vincere la Champions League per due anni consecutivi. Un'impresa che, dal 1992, non è riuscita a nessuna squadra. Cristiano Ronaldo e compagni proveranno a riscrivere la storia.

Real Madrid - Juventus precedenti in parità

Quarti di Coppa dei Campioni 1961/62

Coppa dei Campioni

La prima volta una contro l'altra servì la 'bella' per decidere chi dovesse approdare alle semifinali. Alla fine la spuntò il Real Madrid di Di Stefano e Puskas, che si impose per 3-1 nel terzo match, dopo che i primi due si erano conclusi con una vittoria per parte (0-1 entrambe le volte). Nonostante una squadra stellare, i blancos si arresero in finale contro il Benfica di Eusebio (5-3).

Ottavi di Coppa dei Campioni 1986/87

Stesso esito anche la seconda volta, secondo turno della competizione: dopo aver superato agevolmente il Valur, i bianconeri trovano sulla loro strada le merengues. Al gol di Butragueno all'andata, risponde Cabrini al Comunale. Bisogna arrivare ai calci di rigore per stabilire vinti e vincitori: il Real Madrid si impone ancora una volta (3-1), prima di essere eliminato in semifinale dal Bayern Monaco. 

Quarti di Champions League 1995/96

Juventus contro Real Madrid

Il primo successo della Juventus arriva nella stagione che si concluderà con la vittoria del trofeo. Con un gol per tempo, Del Piero e Padovano ribaltano al Delle Alpi l'1-0 dell'andata. Prima di battere l'Ajax ai rigori e conquistare il secondo titolo della sua storia, i bianconeri eliminano il Nantes in semifinale.

Finale di Champions League 1997/98

Il Real Madrid vince la Champions League

Il precedente più importante tra Juventus e Real Madrid si gioca - come detto in precedenza - ad Amsterdam: il gol di Mijatovic decide l'incontro nonostante le tante occasioni create da una parte e dall'altra. In quella stagione Alessandro Del Piero si aggiudica il titolo di capocannoniere segnando ben 10 gol.

Semifinali di Champions League 2002/03

Una piccola rivincita arriva con l'inizio del nuovo millennio. Come successo nei due precedenti incontri con doppia sfida, i bianconeri riescono a ribaltare il 2-1 dell'andata. Il merito è di Trezuguet, Del Piero e Nedved, inutile la rete nel finale di Zidane. Grazie a quel gol il centrocampista ceco vince il Pallone d'Oro nel 2003, nonostante la Juventus abbia perso la finale ai rigori contro il Milan.

Ottavi di Champions League 2004/05

Juventus-Real Madrid

Passano due anni, ma la sfida è altrettanto entusiasmante. La Juventus ha una passione per le rimonte e, dopo aver perso l'andata al Bernabeu per 1-0, pareggia i contri con Trezeguet a un quarto d'ora dalla fine. I minuti regolamentari non bastano, servono i supplementari. E dopo 11' arriva la zampata di Zalayeta. L'uruguayano elimina gli spagnoli e regala un altro turno ai bianconeri che, ai quarti di finale, vengono eliminati dal Liverpool. Quello che vincerà la finale di Istanbul.

Fase a gironi di Champions League 2008/09

In quella stagione l'urna vuole che le due squadre siano inserite nello stesso girone. È la Juventus di Claudio Ranieri, che riesce a battere i rivali sia all'andata (2-1) che al ritorno (0-2). Ma quello che più rimane impresso nella mente dei tifosi, oltre alla fantastica doppietta al Bernabeu, è la standing ovation che gli spagnoli riservano ad Alessandro Del Piero al momento del cambio.

Fase a gironi di Champions League 2013/14

Juve contro Real ai gironi

Cinque anni più tardi il sorteggio di Nyon riserva il medesimo scherzo: stavolta a sorridere però è il Real Madrid, che sia aggiudica l'andata al Bernabeu (2-1) e si limita al pareggio allo Juventus Stadium (2-2). Il primo tra le due squadre. I blancos vincono il girone e, non contenti, il 24 maggio conquistano la decima Champions League della loro storia.

Semifinali di Champions League 2014/2015

Una doppia sfida che viene ricordata come la rivolta dell'ex: Alvaro Morata protagonista assoluto. All'andata porta in vantaggio i bianconeri, che vincono 2-1 grazie al gol di Tevez su rigore. Mentre nella sfida di ritorno l'attaccante spagnolo mette a segno l'1-1, pareggiando il penalty di Cristiano Ronaldo. Una favola senza lieto fine, però. Esattamente come 12 anni prima, la Juventus perde una finale di Champions League dopo aver eliminato il Real in semifinale.

Cardiff ospiterà la diciannovesima volta di Real Madrid - Juventus: precedenti per il momento in perfetta parità, ma il 3 giugno non sarà una semplice partita da inserire nelle statistiche. In Galles si proverà a scrivere una pagina di storia.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.