Scarpa d'Oro, Messi allunga: tanta Serie A nella Top 15

La doppietta al Villarreal vale alla Pulce otto punti di vantaggio sull'olandese Bas Dost: da Dzeko a Higuain, l'Italia all'inseguimento.

Lionel Messi, attaccante del Barcellona Copyright Getty Images

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

C’è tanta Serie A nell’elenco dei migliori 15 marcatori del calcio europeo, per i quali gli ultimi turni dei rispettivi campionati fanno rima con una sola idea: il gol. Sono ben 6: da Edin Džeko ad Andrea Belotti, passando per Gonzalo Higuaín, Dries Mertens e Mauro Icardi, fino a Ciro Immobile. Tutti autori di più di 20 centri nel campionato italiano, tutti inseguono la vetta. E a guidare la classifica dei realizzatori più prolifici del continente c’è sempre lui, Lionel Messi.

L’unico borsino che fa testo, per il calcio europeo, è quello della Scarpa d’Oro. Che assegna un moltiplicatore in base al ranking UEFA per nazioni: primi cinque campionati (Italia, Inghilterra, Germania, Francia e Spagna) x 2.0, da sei a 21 x 1,5, da 22 in poi x 1,0. Con la doppietta messa a segno del 4-1 del Barcellona sul Villarreal, Messi ha guadagnato punti sul suo immediato inseguitore: Bas Dost, rimasto a secco nel 3-1 dello Sporting Lisbona sul Belenenses. Il parziale ora è di 70 punti a 62, a 180 minuti dal termine della stagione 2016/2017 in Liga e Super Liga.

In Italia il weekend ha rimesso ordine sul gradino più alto del podio tra i marcatori: chiedere conferme a Edin Džeko, che con le due reti realizzate a San Siro, dove la Roma ha regolato il Milan con un netto 4-1, si è sistemato in quinta posizione alla pari con Luis Suarez del Barcellona. Ventisette centri che valgono 54 punti e una conferma nella carriera del centravanti bosniaco, attuale capocannoniere della serie A: nel secondo anno è quasi devastante. I punti di distanza da Messi, per lui, restano però 16. Margine incolmabile.

Messi a un passo dalla vittoria, Dzeko guida l'elenco in Serie A

Se Džeko ride, con due reti che aiutano la Roma a difendere il secondo posto e a distanziare di due lunghezze il torinista Andrea Belotti, che non ha graffiato nel Derby della Mole, l'altra metà della Roma calcistica certo non è meno soddisfatta: quattordicesima posizione per Ciro Immobile, a segno 22 volte in campionato e implacabile dal dischetto nel 7-3 della Lazio sulla Sampdoria. Al San Paolo Dries Mertens ha festeggiato il suo 30esimo compleanno con una doppietta al Cagliari: per lui le reti sono 24, come per Gonzalo Higuain, decisivo con un destro dai 20 metri valso il pareggio per 1-1 della Juventus nel derby contro il Torino. Decimo posto in graduatoria per il Pipita e Mertens, appaiati a Mauro Icardi dell’Inter, a secco e sostituito nella sconfitta nerazzurra contro il Genoa. Per Higuain è un magic moment: cinque centri nelle ultime cinque partite di campionato per il capocannoniere uscente della Serie A.

Una certezza già c'è: il podio sarà molto diverso dallo scorso anno, quando a conquistare la Scarpa d'Oro 2015/2016 era stato Luis Suarez del Barcellona con 40 reti e 80 punti, seguito da Higuain a 72 e Cristiano Ronaldo a quota 70, frutto di 35 centri stagionali. Oggi l'asso del Real Madrid è fuori dalla Top 15, complice anche il turnover applicato alle stelle del Real Madrid da Zinedine Zidane nel successo per 4-0 del weekend contro il Granada. Una mini-beffa per l'attaccante portoghese, costretto ad osservare il rivale Messi che consolida la vetta.

Robert Lewandowski, attaccante del Bayern Monaco
Robert Lewandowski, agganciato da Pierre-Emerick Aubameyang al terzo posto della Scarpa d'Oro

Si gioca in Germania invece la partita per il gradino più basso del podio, oggi occupato da due bomber di Bundesliga con 56 punti a testa: il gabonese Pierre-Emerick Aubameyang del Borussia Dortmund  ha agganciato grazie alla rete decisiva nel 2-1 sull’Hoffenheim il polacco Robert Lewandowski del Bayern Monaco, rimasto a secco nella vittoria per 1-0 dei bavaresi contro il Darmstadt. Meno di un mese: per il calcio europeo tempo di verdetti, per i bomber del continente è ora di gol decisivi verso la Scarpa d'Oro.

Classifica Scarpa d'Oro ESM 2016/17

1. 70,0: Lionel Messi (Barcellona, ESP – 35 gol x 2,0)

2. 62,0: Bas Dost (Sporting CP, POR – 31 gol x 2,0)

3. 56,0: Robert Lewandowski (Bayern Monaco, GER – 28 gol x 2,0)

. 56,0: Pierre-Emerick Aubameyang (Borussia Dortmund, GER – 28 gol x 2,0)

5. 54,0: Luis Suárez (Barcellona, ESP – 27 gol x 2,0)

. 54,0: Edin Džeko (Roma, ITA – 27 gol x 2,0)

7. 50,0: Andrea Belotti (Torino, ITA – 25 gol x 2,0)

. 50: Anthony Modeste (Colonia, GER – 25 gol x 2,0)

9. 49,5: Edinson Cavani (Paris Saint-Germain, FRA – 33 gol x 1,5)

10. 48,0: Gonzalo Higuaín (Juventus, ITA – 24 gol x 2,0)

. 48,0: Dries Mertens (Napoli, ITA – 24 gol x 2,0)

. 48,0: Mauro Icardi (Inter, ITA – 24 gol x 2,0)

. 48,0: Romelu Lukaku (Everton, ENG – 24 gol x 2,0)

14. 44,0: Ciro Immobile (SS Lazio, ITA – 22 gol x 2,0)

15. 42,0: Harry Kane (Tottenham, ENG – 21 gol x 2,0)

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.