UFC, Jedrzejczyk: "Basta chiacchiere, farò parlare i miei pugni"

Jedrzejczyk risponde agli attacchi di Jessica Andrade, scaldando i motori in vista della sfida di UFC 211: "Non hai mai affrontato nessuna come me".

Joanna Jedrzejczyk, UFC strawweight champion

74 condivisioni 0 commenti 4 stelle

di

Share

Joanna Jedrzejczyk non è certo quella che potremmo definire una fighter di molte parole. Sempre tagliente, certo, ma soltanto quando chiamata in causa. La campionessa pesi paglia UFC si sta rivelando la donna più dominante di tutto il panorama delle MMA femminili. Fior di atlete quali Carla Esparza, Jessica Penne, Claudia Gadelha e Karolina Kowalkiewicz non hanno potuto nulla o quasi contro lo strapotere tecnico della polacca, vera e propria rappresentante della muay thai pura applicata alle arti marziali miste. Un po' technical brawler e un po' stratega, la Jedrzejczyk non ha mai dato l'impressione di essere a disagio all'interno dell'ottagono più famoso del mondo, se si escludono alcune frazioni dei suoi due match con la Gadelha, vera e propria nemesi della striker di Olsztyn.

Adesso la Jedrzejczyk è attesa dalla sfida a Jessica Andrade, 25enne brasiliana rinata nel grosso salto dai pesi gallo ai paglia, e ora pronta ad una chance titolata che potrebbe consacrarla a vera e propria certezza del panorama carioca targato UFC. Dubbi sul match-up, essendo la Andrade un'ottima striker ma tecnicamente inferiore alla campionessa. Lo sproposito in termini di allungo potrebbe poi sfavorire ulteriormente la sfidante, che parte sì con gli sfavori del pronostico, pur non essendo comunque spacciata. Dal canto proprio però, la Andrade crede di avere più di qualche possibilità contro l'imbattuta polacca - e ci mancherebbe -, come testimoniato nel corso delle numerose dichiarazioni ed interviste pre-evento.

Parere diverso ovviamente da parte di Joanna Jedrzejczyk, che alla media conference di UFC 211 non ha tirato indietro la mano dopo aver lanciato qualche provocazione nei confronti della sua prossima avversaria.

Conosco Jessica da un po' di tempo. Più che amiche però siamo state semplici colleghe, stop. Ci siamo allenate assieme ed abbiamo condiviso dei bei momenti in passato. Io so di poterla mandare KO o sottometterla a UFC 211, ma dovrò comunque stare molto attenta: mi troverò contro una Jessica diversa, che scende dalla divisione pesi gallo. Conseguentemente, avrò un'avversaria dalla potenza non indifferente. Mi auguro di mantenere con lei un buon rapporto sia prima che dopo il match, nonostante abbia detto un po' di cose su di me ultimamente, dando anche di matto. Comunque sia, la Andrade non ha mai affrontato una lottatrice come me: eviterò le chiacchiere, lasciando che siano i miei pugni a parlare.

UFC: Rose Namajunas scalda i motori

Già designata la prossima contendente al titolo, con Rose Namajunas che affronterà la vincente di Jedrzejczyk vs Andrade. La statunitense di origine lituana ha infatti conquistato la prossima title shot con la vittoria su Michelle Waterson, guadagnandosi dunque l'opportunità di coronare il sogno iridato alla soglia dei venticinque anni. Probabile però che "Thug" Rose debba aspettare almeno fino a fine 2017, visto l'ormai prossimo incontro titolato al limite della categoria pesi paglia che si terrà a UFC 211, in data 13 maggio.

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.