Bundesliga, Hertha Berlino v Lipsia 1-4: la RB è in Champions League

Con la doppietta di Timo Werner il Lipsia vince 4-1 a Berlino contro l'Hertha e si qualifica matematicamente alla fase a gironi della prossima Champions League.

977 condivisioni 0 commenti 0 stelle

di

Share

Nel posticipo della trentaduesima giornata della Bundesliga l’Hertha Berlino perde per 4-1 con il Lipsia. Decidono i gol numero diciotto e diciannove in campionato di Timo Werner all'11' del primo tempo e al 9' della ripresa. Nel finale autogol di Khedira e la doppietta di Selke. La squadra controllata dalla Red Bull è quindi matematicamente qualificata alla fase a gironi della Champions League dell'anno prossimo.

Hertha Berlino-Lipsia: la gara

Proprio come il Lipsia, anche l’Hertha Berlino avrebbe bisogno di vincere per mettere un’ipoteca sulla qualificazione all’Europa League. Non un caso che siano i padroni di casa a creare la prima palla gol: il tiro di Pekarik dalla distanza esce però di poco. Al 5’ ci prova il Lipsia. Forsberg crea scompiglio sulla sinistra e la mette dentro per Sabitzer che però in spaccata non arriva sul pallone. All’11’ Sabitzer va al cross dalla destra e pesca Werner che di testa fa 1-0. Al 27’ ci prova ancora Sabitzer dalla distanza ma Jarstein è attento. Al 28’ l’Hertha sfiora il pareggio al 28’. Il tiro di Esswein mette in seria difficoltà il portiere del Lipsia. Al 36’ Werner si divora il 2-0: solo contro Jarstein si fa respingere il tiro. Al 54' è però proprio Jarstein a regalare il 2-0: su rinvio sbagliato serve Poulsen che appoggia su Werner che a porta vuota la butta dentro. All'85' l'Hertha riapre la partita con una carambola su punizione: la palla sbatte su Khedira che realizza uno sfortunato autogol. Già all'89' arriva però il 3-1: Selke, lanciato a campo aperto, salta un avversario e batte Jarstein da posizione ravvicinata. Al 92' ancora Selke fissa il risultato sul 4-1. La Red Bull vola in Champions League.

Timo Werner
Timo Werner esulta dopo il gol

Curiosità

Vedad Ibisevic in carriera ha segnato a 17 delle 18 squadre dell’attuale Bundesliga. Solo col Lipsia è ancora a secco. Nel 1998 il Kaiserslautern vinse il campionato da neopromosso, nel 1966 il Bayern arrivò terzo, ma mai nessuna è arrivata seconda. Mai una neopromossa aveva ottenuto 20 vittorie in campionato, quello del Lipsia è quindi un record.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.