Calciomercato Barcellona, tra "formula" Coutinho e sondaggio per Blanc

Le mosse da attuare, gli ostacoli da superare: i blaugrana studiano il piano per convincere il Liverpool. E per la panchina ecco il primo contatto con l'ex PSG.

Coutinho è uno degli obiettivi del Barcellona per il prossimo calciomercato

372 condivisioni 0 commenti

di

Share

Quella di Philippe Coutinho ha tutti gli elementi per essere la classica situazione del "predestinato" che, gira che ti rigira, prima o poi finirà alla grande corteggiatrice: il Barcellona. Eppure quello del genietto brasiliano e dei blaugrana è uno scenario di calciomercato che presenta diversi ostacoli. Eccome se li presenta, a partire dall'ingaggio fino a una semplice considerazione: il Liverpool non è che sia poi così entusiasta all'idea di privarsi del suo numero 10.

Come dare torto a Jurgen Klopp: dal suo arrivo ad Anfield, ormai più di quattro anni fa, il classe '92 si è via via consacrato come una delle stelle più luminose dei Reds. Come in questa stagione: solamente l'infortunio alla caviglia subito a dicembre ha rallentato un ruolino di marcia che vanta comunque 11 reti tra Premier League ed EFL Cup.

E poi c'è quella duttilità tattica, unita al talento del più tradizionale fútbol bailado, che rende l'ex Inter - ad Appiano Gentile ancora si mangiano le mani - uno dei potenziali animatori del prossimo calciomercato estivo. E soprattutto, uno degli obiettivi che più solleticano il palato del Barcellona: la possibilità di schierarlo sia come mezzala che esterno nel tridente trasforma Coutinho nel profilo ideale per i piani del club culé. In particolare se, come probabile, Arda Turan dovesse salutare la Catalogna.

Calciomercato Barcellona, il piano per Coutinho

Pazienza, penseranno dalle parti del Camp Nou, se Philippe abbia un passato breve ma intenso con la maglia dell'Espanyol: in prestito dai nerazzurri tra il gennaio e il giugno 2012, l'allora 20enne promessa fu eletta rivelazione di quella Liga. Il suo passaggio ai rivali cittadini non rappresenta però un problema per il Barcellona. Diverso il discorso invece per il tasso di complessità che presenta un'operazione del genere. E che compone quella che il quotidiano Sport ha battezzato come "Formula Coutinho". I dirigenti azulgrana non comporranno complicate e cervellotiche equazioni sulla lavagna, ma la definizione rende bene l'idea: per strappare il Little Magician al Liverpool servirà un piano ben strutturato e convincente. Innanzitutto perché, a fine gennaio, i Reds l'hanno virtualmente blindato fino al giugno 2022: un rinnovo pesantissimo, come l'ingaggio da circa 5 milioni di euro a stagione che ha reso il nazionale verdeoro il più pagato della rosa.

Calciomercato Barcellona, il piano per arrivare a Coutinho
Calciomercato Barcellona, Sport svela la "Formula Coutinho"

Tra ingaggio e valutazione, quanti nodi

Vabbè, obietterà qualcuno, per il Barça non sarà mica un problema offrirgli uno stipendio migliore? Eppure lo potrebbero rappresentare. Non tanto per le casse della società, quanto per una questione di equilibri: come reagirebbero colonne come Piqué o Busquets, se il novellino Philippe dovesse guadagnare quanto o più di loro? È uno dei tanti nodi che i vertici blaugrana dovranno capire come sciogliere. L'altro grande interrogativo è legato alla cifra che il Liverpool potrebbe chiedere, dopo aver prolungato l'accordo con la sua star: nel 2014 servirono più di 80 milioni per convincere i Reds a cedere Luis Suarez. E non è da escludersi che la quotazione di Coutinho possa avvicinarsi proprio a quel metro di paragone. Se poi addio al brasiliano dovrà essere, gli inglesi avrebbero comunque già individuato il potenziale erede: secondo Don Balon, Klopp ha messo in cima alla lista dei desideri Isco. L'intreccio di calciomercato tra Liverpool e Barcellona potrebbe coinvolgere quindi anche il Real Madrid.

Coutinho e Neymar potrebbe ritrovarsi come compagni di squadra anche al Barcellona
Coutinho e Neymar, dalla Seleçao... al Barça?

Primo contatto con Blanc

Di sicuro, l'arrivo di un rinforzo come Coutinho non dispiacerebbe affatto al prossimo allenatore del Barça. Chi sarà? La domanda rimane bella e assolutamente attuale. Più passano i giorni, più si allunga l'elenco dei pretedenti alla panchina che Luis Enrique lascerà vuota a fine stagione. Dal suo vice Juan Carlos Unzué a Ernesto Valverde dell'Athletic Bilbao, passando per Ronald Koeman (Everton), Oscar Garcia (Salisburgo), Eusebio Sacristán (Real Sociedad) e Juan Antonio Pizzi, attuale ct del Cile: ognuno di loro ha calcato i campi del Camp Nou da giocatore e sa cosa significhino l'universo e lo stile di gioco blaugrana. Come Laurent Blanc, del resto, che nel 1996/97 ha vinto con il Barcellona la Copa del Rey, la Supercoppa spagnola e la Coppa delle Coppe. Bene, secondo Catalunya Radio, i dirigenti culé hanno avuto nelle scorse ore un primo contatto proprio con l'ex tecnico del PSG. Un sondaggio esplorativo, per capire quanto la sua candidatura possa essere solida. Da qui a considerare l'ex ct francese come il candidato numero uno, però, ce ne passa. I casting, in casa Barça, sono apertissimi.

Vota anche tu!

Laurent Blanc può essere l'erede ideale di Luis Enrique?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.