Suning chiama Ranieri, ma è per la panchina del Jiangsu!

Il tecnico campione d'Inghilterra con il Leicester ha ricevuto la chiamata di Zhang: l'offerta del gruppo Suning non ha però niente a che fare con l'Inter.

Claudio Ranieri, allenatore attualmente svincolato.

483 condivisioni 0 commenti 0 stelle

di

Share

La notizia è questa: Jindong Zhang, patron del gruppo Suning che possiede il 68,55% delle quote dell'Inter, ha contattato Claudio Ranieri per offrirgli la panchina del club da lui presieduto. L'indiscrezione, riportata dal 'Daily Star', avrebbe del clamoroso se non fosse per un piccolo particolare: oltre all'Inter, Zhang gestisce pure il Jiangsu, ed è proprio per la guida della squadra attualmente ultima in Chinese Super League che l'imprenditore ha deciso di rivolgersi al tecnico campione d'Inghilterra in carica.

Nonostante le ultime voci a favore della conferma dell'attuale allenatore Choi Yong-Soo, l'ambiziosa dirigenza del Jiangsu non ha affatto gradito il pessimo inizio di stagione di Ramires&Co., contrassegnato da un cammino tanto perfetto nella AFC Champions League, dove hanno conquistato l'accesso agli ottavi di finale con due turni d'anticipo, quanto orribile in patria, con la sconfitta nella Supercoppa nazionale e i soli tre punti conquistati nelle prime sette gare di campionato.

Forse a breve vedremo Ranieri iniziare la sua ottava esperienza all'estero, dopo aver guidato nell'ordine: Valencia, Atletico Madrid, Chelsea, ancora Valencia, Monaco, Grecia e Leicester. Recentemente il tecnico ha dichiarato di voler tornare ad allenare, anche in Premier League. Parole e musica per Watford e West Ham, dal momento che il nome di Ranieri era in cima alla lista di entrambi i club nel caso di un addio di Mazzarri (possibile) o di Bilic (certo). I milioni provenienti dalla Cina e l'opportunità di guidare una squadra con una società forte alle spalle, cosa che a Ranieri è quasi sempre mancata nella sua carriera, potrebbero però indirizzare il tecnico verso l'Oriente.

Ranieri e l'Inter, un ritorno che non s'ha da fare

RanieriCopyright GettyImages
Claudio Ranieri durante l'esperienza all'Inter.

In ogni caso, l'ex allenatore del Leicester non tornerà in nerazzurro, almeno nel breve periodo. A San Siro c'è stato nella stagione 2011-12, sostituì Gasperini e successivamente cedette il posto a un allora emergente Andrea Stramaccioni, che il giorno precedente aveva vinto la NextGen Series con la Primavera. La gestione del tecnico di Testaccio durò in totale 35 partite: da Bologna-Inter 1-3 del 24 settembre a Juventus-Inter 2-0 del 25 marzo.

Furono 17 le vittorie ottenute, a fronte di 5 pareggi e 13 sconfitte. La fine della sua esperienza meneghina arrivò dopo una serie di nove gare senza successi che causò, oltre alla discesa dal quarto al settimo posto, le eliminazioni dalla Champions League e dalla Coppa Italia, rispettivamente per mano del Marsiglia (agli ottavi di finale) e del Napoli (ai quarti).

Non è questo il momento di provare la redenzione in nerazzurro, con ogni probabilità l'Inter dirà addio a Stefano Pioli al termine della stagione per poi tentare il definitivo assalto al 'Cholo' Simeone, il quale pare aver rifiutato la prima offerta propostagli dal direttore sportivo Piero Ausilio. La stima che il Suning Group nutre per Ranieri è dunque circoscritta alla panchina del Jiangsu: dopo Lippi, Cannavaro e Zaccheroni, un altro italiano potrebbe scoprire cosa vuol dire allenare nella Chinese Super League.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.