Real Madrid, dopo l'80' nessuno come te: 17 punti in più

La rete vincente di Marcelo contro il Valencia conferma la tradizione delle merengues: 20 reti in questa Liga negli ultimi 10 minuti di gioco.

Real Madrid-Valencia 2-1, l'esultanza di Marcelo

1k condivisioni 0 commenti 5 stelle

di

Share

Dalla “Zona Cesarini” alla “Zona Real Madrid”. Quarantuno reti in stagione realizzate dopo il minuto 80, quasi un appuntamento fisso. Se a Madrid, sponda Real, in tanti alimentano perplessità circa la qualità del gioco offerta da Cristiano Ronaldo e compagni, nessuno potrà avanzare dubbi in merito alla perseveranza delle merengues. Nessuno ha fatto meglio di loro negli ultimi 10 minuti di partita, dove spesso e volentieri le individualità di livello mondiale in rosa sono state determinanti. Come accaduto sabato al Santiago Bernabeu, quando un acuto del terzino sinistro brasiliano Marcelo ha permesso di festeggiare il 2-1 sul Valencia al minuto 87, assegnando una vittoria fondamentale nella corsa verso la vetta della Liga.

Il centro del numero 12 del Real Madrid, uno dei pochi insostituibili di Zinedine Zidane, ha respinto i fantasmi alimentati dal perfetto calcio di punizione di Dani Parejo, che all’82’ aveva superato Keylor Navas assegnando l’1-1 al Valencia. Mai darli per morti: questo il messaggio dei blancos alle avversarie, in primis il Barcellona che è a pari punti ma deve disputare una partita in meno rispetto al Real, atteso dal recupero contro il Celta Vigo del 17 maggio.

Sono già 20 le reti messe a segno dal Real Madrid nella Liga 2016/2017: 11 di questi centri sono stati fondamentali per portare in dote punti, ben 17, alla Casa Blanca. Reti utili per tenere a portata di mano il 33esimo titolo spagnolo nella storia della società della Capitale. È anche vero che negli ultimi 10 minuti di partita il Real ha anche incassato cinque reti, per un saldo comunque positivo.

Real Madrid, la partita non è mai finita

Ora il destino del Real Madrid dipende solo da se stesso: con 10 punti nelle ultime quattro partite di Liga, sarà campione. Merito di una fede incrollabile, che non si spegne fino all'ultimo istante di ogni partita. Quasi a rispettare il motto societario, che fa rima con fino alla fine. Un imperativo, da queste parti.

L’elenco dei gol decisivi arrivati negli ultimi 10 minuti di partita è ricco di colpi di scena: si parte dalla seconda giornata. 87’ della partita interna contro il Celta Vigo, punteggio di 1-1 per le reti di Orellana e Kross: ecco Alvaro Morata a staccare il pass per la vittoria. Stesso film nella settimana successiva contro l’Athletic Bilbao. Nel “Clasico” di andata, giocato il 3 dicembre 2016, era stato Sergio Ramos a risultare decisivo per l’1-1 al Camp Nou. Determinanti i minuti finali anche nelle vittorie contro il Deportivo, con Mariano a segno, Las Palmas, Betis e Sporting Gijón.

Real Madrid-Siviglia 3-2, Supercoppa Europea 2016Copyright BBC
Supercoppa Europea 2016, l'esultanza di Carvajal dopo il 3-2 in Real Madrid-Siviglia

In Champions League, il 2 novembre a Varsavia contro il Legia, era toccato a Mateo Kovacic firmare il 3-3 a cinque minuti dalla fine. Senza dimenticare la Supercoppa Europea conquistata nello scorso agosto contro il Siviglia, con il 2-2 di Sergio Ramos al 92' e il centro di Daniel Carvajal nei supplementari. Imprese merito di nervi saldi e una preparazione atletica ottimale, curata da Antonio Pintus. Per Zinedine Zidane non c'è una spiegazione efficace, solo una forte gioia:

Non so spiegare in maniera analitica perché andiamo tante volte a segno nel finale. Spesso soffriamo nelle fasi iniziali degli incontri, poi ci sciogliamo e cresciamo con il passare dei minuti: credo sia anche dovuto al fatto che abbiamo difficoltà a chiudere le partite: posso solo dire che vincere così è davvero bello ed eccitante.

Chi nel finale punisce, di finale può però anche perire, come dimostrato sette giorni fa dal 2-3 realizzato nel recupero da Lionel Messi nel blitz del Barcellona al Bernabeu. La lotta per la Liga ora andrà in stand-by, ma solo per tre giorni. Sergio Ramos e compagni avranno l'onere di concentrarsi sul quarto derby europeo degli ultimi quattro anni: il match di andata delle semifinali di Champions League contro l'Atletico Madrid, in programma martedì sera al Santiago Bernabeu.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.