Liga, l'Eibar batte 2-0 il Leganes e sogna il miracolo europeo

Il Leganes non riesce ad approfittare dello stop dello Sporting Gijon e subisce una dura sconfitta contro l'Eibar, arrivato alla decima vittoria interna per 2-0.

118 condivisioni 0 commenti 0 stelle

di

Share

L'Eibar sotterra i sogni del Leganes di mettere una seria ipoteca sul discorso salvezza grazie alle reti di Kike e Sergi Enrich e continua a sognare la rincorsa ad una storica qualificazione europea. 

Il Leganes doveva approfittare dello stop dello Sporting Gijon, sarebbe bastato un punto, ma il discorso salvezza rimane totalmente aperto a causa di una partita piuttosto incolore, nonostante gli assalti finali per riaprire il match. 

L'Eibar sogna ancora: la piccola cittadina basca continua la rincorsa ad un posto europeo che sarebbe un miracolo sportivo pazzesco, grazie a grandi prestazioni casalinghe e tanto cuore. 

Ritmi lenti e poco spettacolo nel primo tempo

Il Leganes parte piano, controlla il match, ma sono di marca Eibar le prime due occasioni del match: doppia palla gol per Adrián, Leganes spaventato. Prima una conclusione in diagonale, poi una punizione battuta velocemente dai padroni di casa, e sul tiro sempre di Adrián a botta da sicura fa muro Bustinza, dopo un assist delizioso di Pedro León. Nella prima frazione il pallone si incaglia spesso a centrocampo, il Leganes prova di più ad imbastire un tentativo di manovra, quando l'Eibar alza il ritmo i Pepineros provano subito a strozzarlo. Come se nella stasi ci potesse essere maggior possibilità di tirare fuori punti da una trasferta complicata come quella basca. El Zhar e Machis sono serviti col contagocce, Guerrero praticamente non riesce mai a rendersi pericoloso, tranne una conclusione da fuori sull'estero della rete. Ad Ipurua, nello stadio dell'Eibar, bisogna giocare con attenzione, perché può diventare un campo davvero complicato, e il Leganes lo scoprirà nella ripresa. A fine primo tempo arriva la palla gol che potrebbe valere il paradiso per il Leganes: Bustinza mette dentro, sul secondo palo Guerrero anticipa Yoel ma sulla linea salva tutto Lejeune.


Nel secondo tempo il sogno Eibar batte più forte 

Nella ripresa Machis entra con un ritmo diverso: prima prova la giocata personale deviata, poi il suo tiro a giro è da brividi per Yoel. La partita si impenna, diventa più frizzante, l'Eibar prende il volo: dalla sinistra arriva uno spiovente di Juncá nell'area del Leganes, schiaccia il pallone Kike di testa e batte Herrerìn per l'1-0 Eibar. Colpo duro, durissimo per il Leganes che tra il 62' e il 65' prende pure il raddoppio: Sergi Enrich, appena entrato, viene lanciato in profondità, la difesa di Garitano sale in ritardo estremo. Troppo tardi sicuramente per mettere in fuorigioco Sergi Enrich, che a tu per tu con Herrerìn non sbaglia e fa il 2-0. Il Leganes prova a rialzare la testa, Guerrero ha l'occasione per accorciare le distanze ma il suo tentativo si stampa sul palo. L'Eibar non ha più bisogno di spingere, non ha più necessità di portarsi in avanti, e il Leganes prova faticosamente a riacciuffare la gara. Non trova particolare feeling il pacchetto offensivo, nonostante Garitano provi a mischiare le carte cambiando praticamente tutta la trequarti. Nulla di fatto, il risultato non cambia, è l'Eibar a portare a casa la vittoria. Con un punto il Leganes avrebbe potuto festeggiare, ma il sogno Eibar è stato più forte.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.