Premier League, Chelsea: quando il giorno della festa?

Chelsea e Tottenham hanno ancora quattro gare da giocare: è già partito il conto alla rovescia per la festa dei Blues.

L'esultanza di Conte dopo il 3-0 all'Everton

586 condivisioni 0 commenti 5 stelle

di

Share

Il Chelsea compie un altro passo verso il titolo di campione d’Inghilterra. Nonostante la vittoria del Tottenham nel derby londinese contro l’Arsenal, il 3-0 rifilato dalla squadra di Antonio Conte all’Everton potrebbe essere decisivo per la vittoria della Premier League, dato che le permette di mantenere un vantaggio di 4 punti dagli Spurs.

Il distacco fra le due squadre a 3 giornate dalla fine, ma con una partita da recuperare a testa, non condanna ancora matematicamente il Tottenham ma appare rassicurante per il Blues, poiché permette loro di sbagliare una partita con un calendario che ormai sembra non presentare più grandi ostacoli.

La trasferta a Liverpool in casa dell’Everton era, infatti, la partita più ostica per il Chelsea nel rush finale col Tottenham per il titolo e Antonio Conte avrà il vantaggio aggiuntivo di giocare 3 delle prossime 4 partite fra le mura amiche dello Stamford Bridge. Sembra essere quindi partito il conto alla rovescia per capire quando i tifosi dei Blues potranno festeggiare la seconda vittoria in campionato degli ultimi 3 anni, la quinta dell’era Abramovic.

Premier League, quando festeggerà il Chelsea di Conte?

Everton-Chelsea 3-0
I giocatori del Chelsea esultano dopo aver battuto l'Everton per 3-0

36esima giornata: West Ham-Tottenham (05/05) e Chelsea-Middlesbrough (08/05)

Secondo derby londinese consecutivo per il Tottenham, che dopo aver affrontato l’Arsenal va a giocare in casa del West Ham. Gli Hammers non sono sicuramente un ostacolo insormontabile per gli Spurs, che vengono da 7 vittorie consecutive in campionato. Sulla carta è decisamente agevole anche l’impegno di tre giorni dopo per il Chelsea, che ospita il Middlesbrough penultimo e a secco di vittorie in Premier addirittura dal 17 dicembre.

37esima giornata: West Bromwich Albion-Chelsea (12/05) e Tottenham-Man United (14/05)

Questa potrebbe essere la giornata decisiva: il Chelsea gioca in casa del West Bromwich Albion la sua unica trasferta da qui alla fine del campionato. La squadra di Pulis è salva e non ha più nulla da chiedere al campionato, pare dunque difficile che la squadra di Conte non riesca a portare via i 3 punti. Molto più duro l’impegno della formazione di Pochettino: nell’ultima partita del Tottenham nel vecchio White Hart Lane arriva il Manchester United, ancora in corsa per un posto in Champions. Dopo aver riaperto la Premier League battendo il Chealsea solo poche settimane fa, Mourinho potrebbero aiutare Conte facendo perdere terreno al Tottenham.

Recuperi della 28esima e della 34esima giornata: Chelsea-Watford (15/05 e Leicester-Tottenham (18/05)

Quella del 15 maggio pare essere la data più plausibile per la festa del Chelsea. Sia i Blues che il Tottenham devono recuperare una partita, rispettivamente la 28esima e la 34esima giornata. La squadra di Conte, un giorno dopo Tottenham-Manchester United, ha un altro incontro in casa che pare poco impegnativo contro il Watford di Mazzarri. Se il distacco tra le due squadre non dovesse scendere sotto i 4 punti, battendo il Watford il Chelsea si laureerebbe campione d’Inghilterra senza neanche il bisogno di aspettare il risultato degli Spurs, che giocheranno 3 giorni dopo contro i campioni uscenti del Leicester.

38esima giornata: Chelsea-Sunderland e Hull City-Tottenham (21/05)

L’ultima giornata di Premier League non dà l’impressione di poter portare grandi sconvolgimenti in classifica. Il Chelsea ospita il Sunderland già retrocesso, in una partita che ha tutta l’aria di essere una passerella per i Blues. Il Tottenham chiuderà il campionato in trasferta contro l’Hull City che è attualmente in lotta per la salvezza ma che al 21 maggio potrebbe aver già salutato la Premier League.

Nonostante 4 punti di distacco non siano molti, guardando il calendario sembra difficile che il Chelsea butti via un tale vantaggio. I Blues affronteranno quattro partite per nulla proibitive e tre di queste saranno giocate in casa. Il Tottenham è in una forma strepitosa e potrebbe anche vincerle tutte da qui alla fine, sperando in uno scivolone del Chelsea per poterlo raggiungere in classifica e puntando sulla differenza reti migliore che le permetterebbe di vincere la Premier in caso di arrivo a pari punti. Ma la squadra di Antonio Conte si è dimostrato un gruppo troppo solido, capace di mantenere sempre alta la concentrazione. E se l’ex ct della Nazionale riuscirà ad evitare cali di tensione, come ha dimostrato di saper fare fino ad ora, vincerà il titolo di Campione d’Inghilterra nel suo anno di debutto in Premier, senza dimenticare come sia anche riuscito a portare il Chelsea a giocarsi la finale di FA Cup contro l'Arsenal. 

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.