L'Eurolega sospende l'arbitro italiano Carmelo Paternicò

Il fischietto siciliano, insieme al collega Belosevic, è stato fermato dall'Eurolega dopo alcune discutibili decisioni prese in Baskonia-CSKA Mosca.

Paternicò, arbitro italiano

0 condivisioni 0 commenti 5 stelle

di

Share

L'Eurolega ha deciso di sospendere l'arbitro italiano Carmelo Paternicò. La decisione è arrivata a seguito della discussa direzione di Baskonia-CSKA Mosca, gara del terzo turno di playoff, in cui la squadra spagnola è uscita sconfitta 90-88 e ha definitivamente detto addio alla propria stagione europea. Insieme a lui, l'Eurolega ha deciso di fermare anche il collega serbo Ilija Belosevic. 

Il motivo della doppia sospensione, come detto, è dato da presunti errori arbitrali. Nello specifico, il Baskonia si è lamentato per un'infrazione di piede fischiata ad Hanga e per il fallo non fischiato sul tiro da 3 punti di Larkin nell'ultima azione della partita. 

Anche il CSKA, nonostante la vittoria, ha qualcosa da recriminare: il fallo tecnico fischiato ad Aaron Jackson a poco più di due minuti dal termine è stato giudicato troppo severo e, soprattutto, avrebbe permesso agli spagnoli di rientrare in partita. Sarebbe proprio quest'ultima chiamata il motivo della sospensione di Paternicò.

L'arbitro Paternicò in CSKA-Barcellona
L'arbitro italiano Paternicò sullo sfondo

Un'Eurolega difficile per gli arbitri

Non è la prima volta che viene messa in discussione la classe arbitrale dell'Eurolega. Prima di Paternicò, infatti, è toccato al connazionale Luigi Lamonica, attaccato prima via Twitter dal coach del Galatasary, e poi dal collega del Barcellona Bartzokas, che lo aveva definito "la stella della partita" dopo un fallo tecnico. In qualsiasi sport il ruolo dell'arbitro rimane sempre il più discusso.

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.