Eurolega: il miglior quintetto del quarto turno di playoff

Tanti giocatori esterni capaci di segnare da lontano ma anche di arrivare con facilità al ferro. Sotto la guida tecnica di Blatt: ecco il miglior quintetto del quarto turno.

Anthony Randolph del Real Madrid

14 condivisioni 0 commenti 0 stelle

di

Share

Dopo CSKA Mosca e Fenerbahce, anche il Real Madrid accede alle Final Four di Eurolega di Istanbul. Gli spagnoli hanno superato il Darussafaka chiudendo la serie sul 3-1. Nell'altra gara della serata, l'Olympiacos ha vinto con l'Efes, portando la serie all'ultima e decisiva sfida della prossima settimana. Il quarto turno di playoff ha visto il dominio di giocatori piccoli, veloci ed imprevedibili che, con le loro giocate, hanno deciso le partite. Andiamo quindi a scoprire da chi è formato il miglior quintetto di questa quarta giornata.

Eurolega, il miglior quintetto

Wanamaker in azione contro il Real
Non sono bastati i 25 punti di Wanamaker al Darussafaka

Brad Wanamaker (Darussafaka) - Il playmaker americano cerca di trascinare la sua squadra fino alla fine ed è l'ultimo a mollare. Nonostante le percentuali non certo eccelse, l'ex giocatore di Bamberg e Pistoia per buona parte della partita è l'unico giocatore del Darussafaka a trovare la via del canestro. Alla fine chiude con 25 punti (miglior realizzatore di giornata) e 4 rimbalzi, ma non bastano per evitare la sconfitta alla squadra turca. Purtroppo l'Eurolega di Wanamaker finisce qui.

Doncic in azione contro il Darussafaka
Altra grande serata di Eurolega per Doncic

Luka Doncic (Real Madrid) - Dopo la buona prova di mercoledì, il gioiello del Real Madrid si ripete. Il baby sloveno gioca una partita senza troppe sbavature, in cui si fa sentire su tutti i fronti del campo, chiudendo con 11 punti, 5 rimbalzi, 7 assist e 6 falli subiti, segno del fatto che la squadra turca ha faticato più del previsto nel fermarlo. Il posto in quintetto è da condividere col capitano Sergio Llull, autore anch'egli di una grande partita, condizionata soltanto da qualche errore in più al tiro.

Spanoulis in azione contro l'Efes
Un super Spanoulis stende l'Efes

Vassilis Spanoulis (Olympiacos) - Grande serata balistica per il capitano dell'Olympiacos. V-Span, con le sue triple, prima riacciuffa l'Efes e poi lo ricaccia a dovuta distanza quando prova a rientrare in partita. Nonostante non sia più un ragazzino, Spanoulis riesce comunque a far valere tutto il suo talento e la sua esperienza, chiudendo la partita con 18 punti e 4 assist per i compagni. Se c'è una gara 5 e se l'Oly è ancora in corsa per l'Eurolega, il merito è anche suo.

Granger in azione contro l'Olympiacos
Non è bastato un grande Granger all'Efes

Jayson Granger (Efes) - Partenza a razzo per il giocatore uruguayano dell'Efes, che nei primi 3 minuti e mezzo della partita mette a segno 10 dei 14 punti di squadra (col 100% al tiro) e prova a far scappar via la formazione turca. Purtroppo però non è assecondato dal resto della squadra e l'impresa di raggiungere le Final Four non riesce. Al termine della partita è l'unico giocatore dell'Efes a chiudere in doppia cifra: per lui i punti sono 17, a cui vanno aggiunti 8 rimbalzi e 2 assist.

Randolph contro il Darussafaka
Anthony Randolph, uno dei migliori del Real Madrid

Anthony Randolph (Real Madrid) - Un primo tempo da ricordare per l'ala forte americana. Al termine dei primi venti minuti, il giocatore del Real Madrid era già in doppia cifra col 100% al tiro in soli 11 minuti. I suoi tagli a canestro, i suoi tiri, ma soprattutto le sue schiacciate di potenza hanno scavato il primo e decisivo solco tra le due squadra, dando poi il via libera alla fuga del Real. Nel secondo tempo lascia spazio al talento di gente come Llull e Doncic, rilegandosi ad un ruolo di comprimario di lusso. Alle prossime Final Four è un giocatore da non sottovalutare assolutamente.

Miglior allenatore

L'allenatore del Darussafaka
David Blatt, coach del Darussafaka

David Blatt (Darussafaka) - Il suo Darussafaka alla fine si arrende allo strapotere della squadra che ha letteralmente dominato la regular season, ma esce comunque a testa altissima. La squadra turca ha dato vita ad una grande battaglia in questa serie playoff, mettendo in seria difficoltà niente meno che il Real Madrid. Gli uomini di Blatt hanno dimostrato di poter competere e combattere contro le migliori d'Europa. Onore ad un allenatore che è riuscito a portare ai playoff di Eurolega una matricola, riscrivendo la storia del club e non solo.

Miglior sesto uomo

Ottima serata per Trey Thompkins
Trey Thompkins, vera sorpresa nel Real

Trey Thompkins (Real Madrid) - Coach Laso tira fuori dal cilindro il giocatore americano che risponde subito presente. L'ex giocatore dei Clippers è il giocatore che non ti aspetti. E nemmeno il Darussafaka se lo aspettava. Il numero 33 sfrutta la sua altezza e le sue qualità atletiche per creare tanti mismatch che fanno parecchio male ai turchi. Chiude con 15 punti in appena 21 minuti. La dimostrazione del fatto che la panchina del Real sia infinita si chiama Trey Thompkins.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.