Eurolega - Real Madrid ed Efes a una sola vittoria dalle Final Four

Primo match-ball anche per la squadra spagnola e quella turca che, battendo Darussafaka e Oly, possono raggiungere CSKA e Fenerbahce alle prossime Final Four di Istanbul.

Anthony Randolph del Real Madrid

12 condivisioni 0 commenti 0 stelle

di

Share

Questa sera si potrebbero conoscerei nomi delle altre due squadre che prenderanno parte alle prossime Final Four di Eurolega che si giocheranno ad Istanbul. Real Madrid ed Efes, infatti, hanno la possibilità di chiudere i conti rispettivamente contro Darussafaka e Olympiacos, raggiungendo così le già qualificate CSKA Mosca e Fenerbahce. Si parte con Darussafaka-Real Madrid alle 18.30 e a seguire ci sarà Efes-Olympiacos alle 20.15, tutto rigorosamente in diretta su Fox Sports.

Eurolega, Darussafaka-Real Madrid (in diretta su Fox Sports dalle 18.25)

Primo match-ball per il Real Madrid che mercoledì ha vinto 88-81 alla Volkswagen Arena di Istanbul, portando la serie sul 2-1 e riprendendosi il vantaggio del campo. Con un'altra vittoria, la squadra di coach Pablo Laso ha la possibilità di strappare il pass per le Final Four di Eurolega. Vincere alla Volkswagen Arena però non è cosa da tutti: il Darussafaka, infatti, ha perso solo 5 volte in casa in questa stagione, quattro in regular season e una nei playoff. Aspettiamoci dunque una partita serrata e combattuta.

Gustavo Ayon si sta rivelando una fattore chiave per il Real

La squadra di David Blatt, nonostante sia poco più che una matricola, è riuscita in tutte e tre le gare a mettere in seria difficoltà gli spagnoli, soprattutto con Ante Zizic e col solito Brad Wanamaker. Occhio però anche agli altalenanti Clyburn e Wilbekin e all'outsider Moermann. Gli spagnoli hanno una squadra nettamente superiore, almeno a nomi. Chiunque può risolvere la partita in qualsiasi momento, come ha dimostrato Jaycee Carroll in gara 3. Fino ad ora, però, il giocatore che si sta rivelando più concreto di tutti è Gustavo Ayon. Il lungo sta metteendo in seria difficoltà la difesa turca e sta viaggiando ad alte percentuali. Palla a due alle 18.30, in diretta su Fox Sports.

Efes Anadolu-Olympiacos (in diretta su Fox Sports dalle 20.10)

"Possiamo e dobbiamo reagire". Con queste semplici parole Georgios Printezis ha presentato la quarta gara di playoff dell'Olympiacos. La squadra greca, sotto 2-1 nella serie con l'Efes, si trova con le spalle al muro: vincere per continuare ad inseguire le Final Four o perdere ed essere eliminati. I biancorossi, dopo aver per perso al Pireo la settimana scorsa per 71-73, si sono ripetuti mercoledì ad Istanbul, arrendendosi per 64-60 mostrando chiari limiti, offensivi e difensivi.

Il grande ex Bryant Dunston

In attacco, la squadra greca paga le troppe palle perse (14 a partita) e lo scarso rendimento di Birch, assente finora in questa serie. E proprio la mancanza di un vero centro fa sì che l'Oly soffra terribilmente sotto canestro e non riesca ad arginare il grande ex Bryant Dunston, sin qui il migliore di tutta la serie. Insieme a Dunston, anche Honeycutt e Heurtel si stanno rivelando vere e proprie spine nel fianco per i greci. Dando un'occhiata al recente passato, l'unica serie playoff precedente tra le due squadre è finita a gara 5, nel 2013, anno in cui i greci hanno vinto l'Eurolega. Che sia di buon auspicio? Chiudiamo con una curiosità. Nella terna arbitrale Borys Ryzhyk sostituisce Ilija Belošević dopo la cattiva "prestazione" di quest'ultimo in Baskonia-CSKA di martedì. La partita inizierà alle 20.15 e sarà trasmessa in diretta su Fox Sports.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.