Bayern Monaco, Rummenigge su Ancelotti: "Non è in discussione"

L'amministratore delegato del club bavarese prende parola dopo la doppia eliminazione del club da Champions League e Coppa di Germania. Carletto resterà in Baviera.

140 condivisioni 0 commenti 5 stelle

di

Share

Ci sono due modi per affrontare una crisi. Stravolgere tutto e cercare di ripartire da zero, oppure calmarsi e aspettare che passi. Il Bayern Monaco sta vivendo il momento più difficile del terzo millennio. Mai era stato 5 partite senza vincere. In una settimana è stato eliminato sia dalla Champions League che dalla Coppa di Germania. Resta solo la Bundesliga, troppo poco per essere soddisfatti.

I tifosi sono delusi, così come i giocatori e ovviamente i dirigenti. I media sono particolarmente critici. In Baviera però non si prenderanno decisioni drastiche. Carlo Ancelotti, che qualcuno ha perfino messo in discussione, continuerà ad essere l’allenatore del Bayern Monaco anche la prossima stagione.

Lo assicura l’amministratore delegato del club bavarese, Karl-Heinz Rummenigge. In un’intervista alla Bild ha spiegato che il Bayern Monaco non si farà prendere dalla frenesia. Il momento è delicato, è evidente, ma solo analizzando con calma gli errori commessi se ne può venir fuori rinforzati.

Vota anche tu!

Il Bayern Monaco deve continuare con Ancelotti?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Rummenigge assicura: Ancelotti resta al Bayern Monaco

Al termine della partita persa con il Borussia Dortmund, Ancelotti si è rifiutato di fare un bilancio della stagione. Prima vuole vincere matematicamente la Bundesliga, poi si parlerà delle cose che non sono andate come ci si aspettava. Qualcosa avrà probabilmente sbagliato anche Carletto, ma nonostante questo non è minimamente in discussione. Lo ha assicurato Rummenigge:

Ancelotti è un allenatore bravo ed esperto. Il suo contratto scade nel 2019, e su questo non si discute. Non ci si può dimenticare che una settimana fa ci davano tutti 10+ come voto.

È stato proprio Rummenigge a spiegare perché il Bayern Monaco non si farà prendere dalla frenesia, e aspetterà che il momento negativo passi prima di prendere decisioni importanti:

Porteremo a termine la stagione in maniera professionale e seriosa. Poi analizzeremo quanto successo. In questi giorni sono successe cose che non dipendono da noi: infortuni, decisioni arbitrali, mancata fortuna...

Bayern Monaco
La delusione di Thiago dopo l'eliminazione del Bayern Monaco

Con Lahm e Xabi Alonso che si ritireranno a fine stagione, e con Robben (33 anni) e Ribery (34) che non possono durare ancora in eterno, il Bayern Monaco ha bisogno anche di investire sul mercato. Il club si metterà d’accordo con Ancelotti, ma anche qui non ci sarà una rivoluzione.

Faremo quel che è giusto fare. Ma non faremo follie, non ci faremo nemmeno condizionare dall'esterno. Qui si lavora con calma e con razionalità.

D’altronde ci sono solo due modi per affrontare una crisi, e al Bayern Monaco, in questo caso, hanno le idee molto chiare.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.