Balotelli: "È esploso il genio". Messaggio per Cassano?

Un tweet di SuperMario risponde a distanza all'amico che lo aveva inserito tra i sopravvalutati del calcio. "Gli amici sono pochi e non al lavoro...".

Mario Balotelli, attaccante del Nizza

476 condivisioni 0 commenti 5 stelle

di

Share

Galeotti furono i social. Già, perché Mario Balotelli sembra ancora una volta scelto Internet per manifestare i propri pensieri: questa volta, nel mirino dell’attaccante oggi al Nizza, potrebbe esserci l’ex compagno di Nazionale e di reparto Antonio Cassano, protagonista in mattinata di una scintillante intervista sulle colonne della Gazzetta dello Sport.

L'attaccante di Bari Vecchia, svincolato dal febbraio 2017 dopo la rescissione del contratto con la Sampdoria, formazione con la quale aveva giocato dal 2007 al 2011 e dal giugno 2015 alla scorsa estate, prima di vivere sei mesi da separato in casa, durante i quali si era allenato con la Primavera allenata da Francesco Pedone.

Nella lunga intervista rilasciata al quotidiano milanese, Cassano si era soffermato anche sulla valutazione di alcuni calciatori sopravvalutati secondo la sua opinione: a Paul Pogba del Manchester United e James Rodriguez del Real Madrid, Fantantonio aveva affiancato anche Mario Balotelli, autore di 10 reti sin qui nella Ligue 1 2016/2017. L'attaccante nato a Palermo il 12 agosto 1990 ha atteso poche ore prima di esprimersi sui social con un tweet privo di riferimenti espliciti, ma eloquente:

"È esploso il genio": Balotelli, frecciatina via Twitter

Pochi amici e non sul posto di lavoro. Una risposta che lascia pochi dubbi sul destinatario: Antonio Cassano. Che nell'intervista non aveva esitato ad attribuire all'abilità di Mino Raiola, agente di Balotelli, una parte delle fortune del centravanti campione d'Europa con l'Inter nel 2010.

Pogba vale veramente 120 milioni? Per me no. Rodriguez 80? No. E allora Iniesta quanti ne valeva alla sua età? Balotelli? Voglio bene a Mario e in Francia sta facendo benino però sia lui sia Pogba hanno avuto una grande fortuna nella vita: sono gestiti da un manager bravissimo, Mino Raiola, che ha dato a entrambi opportunità incredibili.

Mario Balotelli e Antonio Cassano
Mario Balotelli e Antonio Cassano in Nazionale

I tempi in cui Balotelli e Cassano condividevano sulle spalle il peso dell'attacco azzurro nella spedizione di Euro 2012, giocata in Polonia e Ucraina, sembrano lontani: allora il centravanti e il fantasista componevano il reparto avanzato della Nazionale allenata da Cesare Prandelli e andarono a segno nella partita vinta contro l'Irlanda per 2-0 con un centro a testa. Due reti di Balotelli, ispirato dallo stesso Cassano, stesero invece la Germania nella semifinale, prima del rovinoso ko per 4-0 nella finalissima di Kiev contro la Spagna. Oggi SuperMario sta cercando di rilanciarsi in Ligue 1 con l'occhio strizzato all'Azzurro, mentre Cassano attende la stagione 2017/2018 per tornare sul palcoscenico del calcio italiano. Dopo questo botta e risposta a distanza, forse, i due sono meno amici di prima.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.