Guardiola vuole Alli? Pochettino replica a Xavi: "È mio nemico"

Il tecnico degli Spurs risponde con ironia all'ex Barça, che aveva rivelato l'interesse del City per la stella inglese. Poi la smentita da parte dello spagnolo.

Mauricio Pochettino blinda Dele Alli

239 condivisioni 0 commenti 0 stelle

di

Share

Uno spinge Dele Alli verso il Manchester City, l'altro replica ironicamente definendolo un "nemico". Poi però il primo nega di aver pronunciato quelle parole. Intricato, vero? È il botta e risposta tra Xavi e Mauricio Pochettino, con la coda finale della smentita da parte dell'ex centrocampista del Barcellona. Al centro della disputa, il wonderkid del Tottenham e del calcio inglese, capace di mettere a segno 54 gol a soli 21 anni pur risultando all'anagrafe del pallone come un centrocampista.

Normale allora che il numero 20 degli Spurs attiri su di sé la corte dei più grandi club europei. Più inatteso il caso mediatico che si è creato attorno a due grandi rivali del derby di Barcellona: da una parte la bandiera blaugrana Xavi Hernandez, dall'altra il tecnico argentino con un lungo passato - da giocatore e poi da allenatore - nell'Espanyol.

Tutto parte dalla rivelazione fatta dal campione spagnolo (oggi capitano dell'Al-Sadd), sull'interesse dei Citizens del suo amico Guardiola nei confronti di Alli. Un'uscita che ha scatenato la risposta tra il serio e il faceto di Pochettino, prima della precisazione raccolta dal quotidiano catalano Sport: Xavi smentisce di aver mai pronunciato quelle dichiarazioni. Quali? È presto detto.

Il City su Alli? Pochettino replica a Xavi: "È del Barcellona, mi odia"

Già in diverse occasioni, Xavi ha speso parole al miele per il nuovo golden boy del calcio europeo, paragonando il talento di Alli a quello di Paul Gascoigne. È il Sun stavolta a riportare le dichiarazioni che troveranno la risposta di Pochettino. Secondo l'ex capitano del Barça - almeno stando alle parole riportate in Inghilterra - la stellina degli Spurs farebbe proprio al caso di Guardiola:

Tecnicamente è il tipo di giocatore che gli piace, si adatterebbe perfettamente al suo stile di gioco. È difficile pensare che il Tottenham possa lasciarlo partire, nonostante il City abbia a disposizione grosse risorse. Ho parlato con Pep e so che per lui sarebbe molto importante acquistare giocatori inglesi.

Dele Alli è una delle stelle più luminose del Tottenham di Pochettino
Pochettino non ha alcuna intenzione di fare a meno del talento di Dele Alli

Inevitabile allora che queste dichiarazioni entrassero "a gamba tesa" durante la conferenza stampa pre-Crystal Palace. Sfoggiando un sorriso decisamente ironico, Pochettino ha scelto la via dell'esagerazione per replicare a Xavi:

È in un momento storico in cui ama parlare, è stato un giocatore del Barcellona, è un mio nemico. Lavora per il Manchester City forse? Vuole aiutare Guardiola e Kompany.

Se non fosse per quel tono anche un po' divertito, saremmo di fronte a una battaglia dialettica degna della rivalità tra Mourinho e lo stesso Pep. Il manager argentino, che con l'Espanyol ha sfidato i blaugrana sia da giocatore (tra il 1994 e il 2001 e poi tra il 2004 e il 2006) sia in panchina tra il 2008 e il 2012, ha quindi proseguito nel suo "attacco" a Xavi:

Sta cercando di distruggere la nostra totale concentrazione sul nostro obiettivo in campionato, mi odia perché è uno del Barcellona. Lo conosco benissimo, l'ho affrontato tantissime volte.

"Con Henry abbiamo ricordato quella volta che Xavi cadde in area..."

L'ex colonna dei Pericos ha colto inoltre l'occasione per citare un episodio legato a un derby del dicembre 2009, deciso da Ibrahimovic grazie a un rigore concesso - in maniera generosa secondo Pochettino - allo stesso Xavi:

Ieri (lunedì, ndr) c'era qui Thierry Henry e abbiamo rievocato quella partita. Lui (riferito a Xavi, ndr) cadde, non era rigore. Il replay fu molto buffo, dato che si vedeva come nessuno l'aveva toccato.

Xavi smentisce le parole su Dele Alli e il Manchester City
Sport riporta la smentita di Xavi sulle parole rilasciate su Delli Alli

Come a dire (sempre col sorriso sulle labbra, s'intende): come potete dare mai retta a Xavi? Il piccolo assaggio di teatro, concesso dal tecnico degli Spurs, è servito comunque per ribadire come Alli e gli altri pezzi pregiati della rosa non siano in vendita:

Rimarranno qui tutti i giocatori che noi vogliamo tenere. Levy (il presidente, ndr) mi ha detto che non abbiamo bisogno di soldi. Se cederemo alcuni giocatori, sarà solamente perché vorrà dire che ne abbiamo presi altri.

Il messaggio è chiaro: il Tottenham non ha alcuna intenzione di privarsi dei propri campioni. Meno chiara rimane invece la vicenda delle parole pronunciate da Xavi. Contattato dal quotidiano Sport, Xavi ha specificato di non aver "mai" concesso quell'intervista al Sun, di non aver "mai" parlato del giocatore inglese e di conseguenza di non aver "mai" parlato di un presunto interesse del City su di lui. In attesa di ulteriori sviluppi nella vicenda, vale la replica scenografica di Pochettino: Dele non si tocca. Il City e le altre pretendenti sono avvisate.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.