Liga, il Barcellona annienta l'Osasuna 7-1: altra doppietta di Messi

La squadra di Luis Enrique supera agevolmente l'Osasuna (retrocesso) e mette pressione al Real Madrid, impegnato in serata contro il Deportivo La Coruna.

2k condivisioni 0 commenti

di

Share

Non ci poteva essere post-Clasico migliore, per il Barcellona di Luis Enrique. Dopo la vittoria all'ultimo secondo sul campo del Real Madrid e il conseguente aggancio al primo posto in classifica (nonostante i Blancos abbiano una sfida ancora da recuperare), i blaugrana stravincono 7-1 contro il fanalino di coda Osasuna, ormai condannato alla retrocessione anche dalla matematica.

Il risultato matura grazie a tre doppiette: la prima è di Lionel Messi (che raggiunge i 500 gol con i catalani anche secondo le statistiche di Marca), la seconda è di André Gomes e la terza di Paco Alcacer. Da registrare la rete di Mascherano, al primo storico gol con il Barça.

A nulla serve il momentaneo 2-1 segnato su punizione da Roberto Torres, ormai la sua squadra ha tutti e due i piedi in Segunda Division. Alla squadra di Luis Enrique invece non resta che aspettare il risultato di Deportivo-Real Madrid, per poi continuare il duello a distanza con i rivali nel prossimo turno di Liga.

La cronaca di Barcellona vs Osasuna

Come previsto il Barcellona preme subito il piede sull'acceleratore, mentre l'Osasuna piazza il pullman davanti alla difesa chiudendo bene gli spazi in avvio di gara. Il muro degli ospiti crolla già al 12', quando Messi ruba palla a centrocampo e si invola verso la porta superando Sirigu in uscita con un pallonetto morbidissimo. Anche per le statistiche di Marca sono 500 i gol segnati dalla Pulga con la maglia del Barcellona.

Messi celebrato dai suoi tifosiGetty Images
Il Camp Nou celebra i 500 gol segnati da Messi con la maglia del Barcellona

Alla mezz'ora ci prova ancora il numero dieci argentino con un mancino dal limite dell'area che finisce fuori di pochissimo. Passano pochi secondi e il 2-0 arriva dal destro di André Gomes, che fredda Sirigu con un piattone potente e preciso. 

La ripresa

Il secondo tempo si apre con una sorpresa: su calcio di punizione battuto da Roberto Torres sbaglia Ter Stegen, lasciando completamente scoperto il primo palo e consentendo così al centrocampista dell'Osasuna di riaprire la partita. La reazione del Barcellona è affidata a un colpo di testa di Mascherano salvato miracolosamente da Salvatore Sirigu, che nega così al Jefecito di siglare il suo primo gol in maglia blaugrana.

L'occasione giusta per il 3-1 capita al 57' ed è ancora una volta André Gomes ad andare in gol, approfittando di una ribattuta dopo il palo colpito da Piqué su calcio d'angolo. Dopo qualche minuto c'è spazio anche per il bis concesso da Messi, meraviglioso il suo mancino a giro dal limite dell'area. Con questo fanno 49 gol in 47 partite stagionali, numeri a dir poco disumani per un calciatore che, con gli esseri umani, ha davvero poco a che vedere. Per la manita bisogna aspettare il 65'. Paco Alcacer in spaccata batte Sirigu e segna il suo quinto gol in campionato.

Non sembra esserci tregua per l'Osasuna, al 67' Denis Suarez si guadagna un calcio di rigore e dal dischetto si presenta proprio Macherano che, come detto in precedenza, non aveva ancora segnato con la maglia del Barça: la battuta dell'argentino è potente e precisa sotto la traversa e non lascia scampo al portiere italiano. Pensate che per l'ex Liverpool si tratta del primo gol segnato dal 15 marzo 2008, quando una sua rete fu decisiva per il 2-1 dei Reds al Reading in Premier League. A chiudere definitivamente i conti ci pensa ancora Paco Alcacer, autore anche lui di una doppietta dopo aver saltato Sirigu e aver delicatamente messo il pallone in rete.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.