Eurolega, il Panathinaikos torna ad Atene in autobus per punizione

Dopo l'eliminazione dall'Eurolega per mano del Fenerbahce, il presidente Giannakopoulos fa annullare il volo dei giocatori.

Mike James del Panathinaikos

136 condivisioni 0 commenti

di

Share

Solo una decina di giorni fa il presidente del Panathinaikos, Dimitris Giannakopoulos, aveva promesso alla squadra un premio di 250mila euro in caso di passaggio del turno nei playoff di Eurolega e conseguente qualificazione alle Final Four di Istanbul. Il bonus promesso, però, non è bastato a motivare la squadra che si è arresa con un secco 3-0 nella serie con il Fenerbahce. I giocatori greens, dopo le due sconfitte interne, hanno perso anche all'Ulker Sports Arena di Istanbul, venendo così eliminati dalla massima competizione europea.

Dimitris Giannakopoulos, presidente del Panathinaikos

Lo sweep, però, è costato molto caro alla squadra. Il presidente ha deciso annullare il volo aereo per Atene per giocatori e staff, costringendo il team a ritornare da Istanbul in autobus con un viaggio di oltre 12 ore e più di mille chilometri. Una vera e propria punizione per una delle squadre più titolate dell'Eurolega.

I giocatori hanno scoperto la clamorosa decisione del presidente tramite i media e sono rimasti spiazzati. Nonostante la rabbia iniziale per la dura decisione del presidente, la maggior parte della squadra ha deciso di rispettare la punizione del proprietario Giannakopoulos.

Chris Singleton, uno dei quattro che hanno rifiutato la punizione

Eurolega, in quattro rifiutano la punizione

Non tutti però hanno preso serenamente la notizia. Mike James, Chris Singleton, Kenny Gabriel e il greco Antonis Fotsis hanno rifiutato un ritorno in autobus e hanno deciso di pagare di tasca propria il viaggio di ritorno, disubbedendo al presidente. Coach Xavi Pascual, al suo ritorno ad Atene, incontrerà Giannakopoulos per decidere il futuro dei quattro giocatori. L'Eurolega non poteva finire in modo peggiore per la squadra greca.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.