Nagelsmann, record di punti con l'Hoffenheim. E lo porta in Europa

Nagelsmann eguaglia il record di punti dell'Hoffenheim e porta il club per la prima volta in Europa. Da Wagner a Demirbay, ora fioccano pure le plusvalenze...

L'Hoffenheim arriva in Europa facendo record di punti in Bundesliga: merito di Nagelsmann

911 condivisioni 0 commenti 4 stelle

di

Share

Cosa ci si può aspettare da uno che, nel giorno dell’esordio, fa registrare un record storico in un campionato equilibrato e competitivo come la Bundesliga? Esatto, che si ripeta. In continuazione. E la carriera di Julian Nagelsmann, più giovane allenatore nella storia del campionato tedesco, è già piena di traguardi eccezionali.

Prendendo in considerazione i primi 5 campionati d’Europa, in questa stagione è stato lui l’allenatore che è riuscito a restare imbattuto più a lungo. La Juventus di Allegri ha perso prima, il Real Madrid campione d’Europa pure, così come Bayern Monaco, Chelsea e Barcellona. Tutti sono scivolati prima dell’Hoffenheim di Nagelsmann. La prima sconfitta è arrivata il 28 gennaio contro il Lipsia. Pazzesco per un club così piccolo e allenato da un 29enne.

Ma Nagelsmann non si ferma qui. Perché con il punto conquistato al 93’ sul campo del Colonia è arrivato a quota 55 in classifica. Tanti quanti nella stagione 2008-09, la migliore nella storia del club. Quell’anno però l’Hoffenheim finì il campionato con 55 punti. Ora di partite ne mancano ancora quattro: il record, per ora solo eguagliato, può facilmente esser battuto.

Vota anche tu!

Fa bene Nagelsmann a restare all'Hoffenheim?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Nagelsmann, l’uomo dei record: ora l’Hoffenheim è in Europa

La straordinaria stagione di Nagelsmann però non si riassume solo nel record di punti dell’Hoffenheim e nel lunghissimo periodo di imbattibilità. Il club tedesco, con il punto conquistato a Colonia, è infatti matematicamente in Europa. È la prima volta che ci arriva. E con 9 punti di vantaggio sull’Hertha quinto è perfino probabile che l’Hoffenheim arrivi a giocarsi i preliminari di Champions League.

Il principale artefice di tutto questo è evidentemente Nagelsmann. Non solo per il gioco che ha dato alla squadra, né per la sua mentalità offensiva. Semplicemente perché riesce a far rendere tutti al massimo. Sono già due i giocatori che, in vista della prossima stagione, lasceranno l’Hoffenheim per andare al Bayern Monaco. Süle e Rudy sono stati due pedine fortemente volute da Ancelotti. C’è poi Sandro Wagner, che a 29 anni è definitivamente esploso: 11 gol segnati in campionato e valore di mercato raddoppiato.

Negli ultimi giorni si è perfino parlato di lui in ottica Bayern Monaco. Potrebbe andare lì a fare il sostituto di Lewandowski. Più probabile decida di fare ancora il titolare nell’Hoffenheim. Ottima anche la stagione di Demirabay: 6 gol, compreso quello che ha mandato il club in Europa, e 9 assist. Impossibile attualmente prenderlo per meno di 10 milioni, benché sia arrivato all’Hoffenheim per 1,7 milioni. E poi c’è Zuber. Fondamentale per gli equilibri tattici della squadra. Con Nagelsmann è riuscito a farsi convocare per la prima volta in nazionale. Tutti giocatori che hanno moltiplicato il proprio valore di mercato. E il merito è solo di Nagelsmann. D’altronde cosa ci si può aspettare da un allenatore che, già all’esordio, ha fatto registrare un record storico?

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.