Europa League: passano Manchester United, Lione, Ajax e Celta Vigo

La strada verso Stoccolma si illumina, il Manchester United va in semifinale. L'Ajax beffa lo Schalke 04. Il Lione è ok ai rigori, passa anche il Celta Vigo.

Europa League

215 condivisioni 0 commenti 0 stelle

di

Share

Assieme verso la Friends Arena. In questa serata di Europa League il pallone è rotolato sereno. Questa volta per la paura e per tafferugli non c'è spazio, solo emozioni legate allo sport. E l'ossessione per la finale di Stoccolma si accende sempre di più. Tra sorprese, ribaltoni e spettacolo arrivano i verdetti dei quarti di finale.

Primi tempi nel segno dell'x factor. Parziali fissi sul pareggio, poche le scosse nei secondi tempi. Ma alla fine dei 90 minuti è solo il Celta Vigo, in virtù dell'1-1 contro il Genk, a centrare da subito la prima semifinale di Europa League della sua storia: decide un super tiro da fuori di Sisto. Le restanti tre partite, invece, si prolungano fino ai supplementari.

Fatica, sudore, lotta e tante emozioni. I supplementari decidono la rimonta dello Schalke sui giovani dell'Ajax. Il terzo gol di Caligiuri porta sulle montagne russe Gelsenkirchen, che termina la giostra con un'adrenalina pazzesca. Sembra fatta, una rimonta memorabile. E invece no, l'Ajax passa sotto l'ultimo metal detector e strappa un incredibile biglietto per le semifinali. Decide il gol beffa di Viergever. In Inghilterra, invece, decide la magia di Rashford dopo il gol nel primo tempo del solito Mkhitaryan. In Turchia, il match tra Besiktas e Lione termina ai rigori. Decisivo l'errore all'ottavo rigore di Mitrovic tra le fila turche: passano i francesi. Ma tutte le squadre escono 'sfasciate' da questa serata: una fatica assurda per tutti quanti e un dispendio di energie assoluto, ma che spettacolo.

Manchester United v Anderlecht 2-1 (dts)

United in semifinale
La gioia di Rashford

Quando c'è di mezzo l'Europa, l'Old Trafford si trasforma in un sogno. 60000 mila spettatori presenti, di cui 3500 tifosi carichi di emozioni direttamente dal Belgio. Una grande festa a far da cornice a una partita tra un top club e una squadra tutta da scoprire. Pogba da una parte, Tielemans dall'altra: talenti, ne abbiamo? Eccome, proprio come un certo Mkhitaryan: questi quarti di finale hanno decisamente il suo marchio. Primo contropiede e gol, la firma è proprio dell'armeno: meravigliosa verticalizzazione di Pogba, suggerimento in mezzo di Rashford e finalizzazione di Mkhitaryan. La partita però è viva, sul piano estetico nessuno si può lamentare. E così il 4-1-4-1 di marca belga sfrutta la sua compattezza per trovare il pareggio. Ci pensa Hanni a pareggiare, tutto da rifare.

Nella ripresa il match scorre veloce. Mourinho dalla panchina esprime tutto il suo malcontento. Ibrahimovic non vede la porta e sbaglia due occasioni clamorose a tu per tu col portiere. E se nel primo tempo si fa male Rojo, nella ripresa è Zlatan a uscire per un problema al ginocchio destro. Il risultato rimane quindi inchiodato e i supplementari sono la logica conseguenza. Subito meravigliosa rovesciata di Pogba, la palla esce di poco. Il francese ci riprova: torre di Fellaini fallosa e gol dell'ex Juventus. Annullato, tutto da rifare. Fino al 106, è ancora il ricciolone a saltare, torre giusta questa volta, Rashford controlla di tacco e trova il gol del 2-1. Poco importa le innumerevoli occasioni sprecate nel primo tempo, perché lo United c'è. Con tanta paura per Ibrahimovic: si teme la rottura del legamento del ginocchio.

Schalke 04 vs Ajax 3-2 (dts)

Ajax
L'Ajax beffa all'ultimo lo Schalke

Parte forte Schalke, il primo brivido della partita è un palo colpito da Max Meyer. Gli olandesi iniziano timidi, poi alzano le linee e mostrano ai tedeschi la loro giovane bellezza. Nel secondo tempo comincia la fiera delle emozioni: Goretzka risveglia Gelsenkirchen e trova il pareggio. Ma attenzione, perché succede l'incredibile. Dopo soli due minuti l'Ajax perde una palla banalissima, i blu creano la superiorità e Burgstaller riapre i giochi. Ripresa incandescente. Weinzierl butta dentro anche Huntelaar al centro del suo attacco, risultato? Anche qui tempi supplementari, con gli olandesi a giocare in dieci in virtù dell'espulsione di Veltman. Sfonda Kolasinac, Caligiuri si inarca come se fosse il migliore dei centravanti e spinge il pallone dentro la porta rompendo ogni equilibrio al minuto 101. 3-0, che rimonta. I tedeschi in casa, nelle coppe, condannano sempre gli olandesi. Tranne in questa occasione, perché quando i tifosi tedeschi erano già usciti a festeggiare, arriva la beffa di Viergever. E poco prima della doccia ghiacciata dei padroni di casa, gli olandesi raddoppiano con Younes al 120'.

Genk vs Celta Vigo 1-1

Europa League, Celta Vigo-Genk
Il Celta Vigo vola in semifinale

All'andata un colpo di testa di Jean-Paul Boëtius aveva portato subito avanti il Genk, ma il Celta Vigo aveva risposto Pione Sisto. Il risultato era terminato poi sul 3-2 per gli spagnoli, che oggi centrano la prima semifinale di Europa League della loro storia. E a decidere è sempre Sisto, conduzione con la calamità e gran botta sotto la traversa. Poi sarà Trossardm, dopo una leggerezza difensiva del Celta, ha riportare il risultato sul'inutile parità. Finisce 1-1, Genk eliminato.

Besiktas vs Lione 8-8 (dcr, 2-1 dts)

Europa League, Lione
La gioia del Lione

Alla Vodafone Arena è tutto ok. Niente problemi, solo spettacolo. La bolgia è solo di gioia, i turchi gridano al cielo il nome di Taliska: il fenomeno brasiliano per il quale ben 17 club sono in coda per strapparlo al Besiktas. La sua doppietta, però, sarà rovinata dallo splendido pallonetto di Lacazette. Che poco dopo calcerà un destro a giro fantascientifico che terminerà sul palo interno. La gara andrà avanti fino ai rigori. Tiri dal dischetto certosini. Precisi e in gol. 7 su 7 per tutte e due le squadre, si va avanti a oltranza. Con un Lione che dopo aver colpito due pali sbaglia un primo match point ai rigori. Poi, all'ottavo dischetto, arriva capitan Gonalons a portare i francesi alla loro prima semifinale di Europa League.

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.