Lione e Besiktas, tolleranza zero per altri scontri: la decisione Uefa

Il giudice sportivo dell'Uefa avverte Lione e Besiktas: in caso di ulteriori disordini, le due squadre rimarranno fuori dall'Europa. Sotto osservazione per due anni.

131 condivisioni 0 commenti

di

Share

Adesso basta. Vietato sgarrare. Il calcio si è stancato di trascinare negli stadi insoddisfazione sociale e politica. La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata quella degli scontri di settimana scorsa tra i caldissimi tifosi del Besiktas e quelli del Lione. Quando in occasione del match di Europa League, gli ultras turchi hanno dato vita ad un vero e proprio inferno. Uomini incappucciati, bastoni, spranghe e razzi lanciati sugli spalti.

Battaglia e paura prima del fischio d'inizio. Bambini terrorizzati assieme a tutte le persone spaventate che si sono riversata sul terreno di gioco. Ma anche i tifosi del Lione non hanno perso tempo, decidendo di colpire indiscriminatamente i 'rivali' del Besiktas

E se la violenza è semplice, sono le alternative a questa piaga ad essere complesse. Per questo la UEFA non ci ha pensato due volte. Pugno duro e zero scuse. Perché in caso di episodi simili nei prossimi due anni, Lione e Besiktas verranno escluse dalle competizioni europee per un anno. Questa la decisione del giudice sportivo.

La Uefa avverte Lione e Uefa

Lione-Besiktas
La polizia in campo per placare l'ira del Besiktas

Chi sbaglia paga. Dovrebbe essere sempre così. Ma il calcio, purtroppo, è un mondo che spesse volte piange e si spaventa. Per questo altri disordini non saranno più perdonati. E nel caso di Besiktas e Lione, entrambi le squadre saranno escluse dalla prossima competizione europea alla quale si qualificheranno.

Perché se i turchi hanno acceso la scintilla, il club francese ha fatto poco per evitarla. L'intervento della polizia, infatti, è stato tardivo. A poco e nulla invece è servito quello del presidente del Lione, Aulas, che ha parlato ai tifosi cercando di calmare gli animi:

È una decisione equa e giusta, la rispettiamo. Sicuramente abbiamo una parte di responsabilità. Studieremo le possibilità di un ricorso, ma a una prima analisi trovo che si tratti di una sanzione che ci obbligherà a essere irreprensibili.

Queste le parole del numero uno del Lione. La decisione dell'Uefa, però, è attualmente sospesa. I club, infatti, verranno esclusi per una stagione dalle prossime competizioni europee alle quali si qualificheranno, in caso di ulteriori disordini nei prossimi 2 anni. Inoltre ai due club sono stati comminati 100mila euro di multa. E questa sera, dopo il 2-1 della scorsa settimana, la sfida tra Lione e Beşiktaş sarà in equilibrio precario. Non solo per il risultato. Ma adesso basta, vietato sgarrare.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.