FIFA 17, Wendell Lira fa 7-1 al campione tedesco: "È la connessione"

L'ex calciatore, vincitore del Premio Puskas 2015 per il miglior gol dell'anno, vince la sfida contro un professionista dei videogame di calcio.

514 condivisioni 0 commenti

di

Share

Certo, non è proprio la stessa cosa. Però si tratta comunque di una piccola rivincita, più che altro per le nazionalità dei due sfidanti (Brasile e Germania) e il risultato con il quale si è concluso l'incontro (7-1). Inevitabile tornare con la memoria al Mineirazo dell'ultimo Mondiale brasiliano, quello che ha visto la nazionale verdeoro padrona di casa eliminata dai tedeschi (poi campioni del Mondo) con un umiliante punteggio. Stavolta si tratta "solo" di una partita a FIFA 17 e in palio non c'era certo la coppa più prestigiosa del calcio, solamente l'onore.

A sfidarsi sono stati il vice-campione del mondo di FIFA Electronic Sports World Cup, nonché due volte campione di Germania e videogiocatore professionista del Wolfsburg, Timo "TimoX" Siep, e l'ex calciatore professionista diventato youtuber e giocatore di FIFA, il premio Puskas 2015 Wendell Lira.

Il brasiliano, ritiratosi dal calcio appena a 27 anni per inseguire l'altra sua passione per i videogame, è stato sfidato dal ragazzo tedesco entrato a far parte della squadra FIFA del Wolfsburg. E Wendell Lira ha accettato immediatamente, pur sapendo di affrontare una vera macchina da FIFA 17, secondo miglior giocatore al mondo dopo il suo argento negli ultimi Mondiali. Il risultato finale, però, è stato ben diverso da quello che si sarebbero aspettati tutti, lasciando con l'amaro in bocca il favoritissimo TimoX: una vendetta in piena regola di un brasiliano nei confronti di un tedesco, ripresa tra l'altro integralmente e messa online sul canale Youtube del primo classificato al premio Puskas 2015 come miglior gol dell'anno, davanti a Leo Messi e il romanista Alessandro Florenzi.

L'ex calciatore Wendell Lira batte 7-1 a FIFA 17 il professionista tedesco TimoX
Wendell Lira esulta durante la partita di FIFA 17 contro il campione TimoX

FIFA 17, Wendell Lira v TimoX 7-1

La partita è stata senza storia, ma nel modo esattamente opposto a quelle che erano le previsioni. Wendell Lira è riuscito a vincere agevolmente 3-0 all'andata e 4-1 al ritorno contro il videoplayer professionista tedesco. Un risultato che aggregato, dà proprio quel 7-1 tanto doloroso per i brasiliani. Così, quando nella seconda sfida, sul 4-0, l'ex calciatore ha subito il gol del 4-1, scherzando ha subito anticipato che avrebbe fatto di tutto per far finire così la gara:

Hai visto? Non l'avevo detto? Dovevo vincere con il 7-1 per ripagare la sconfitta della nazionale brasiliana contro la Germania. Mi sono vendicato. Non faccio più gol, deve finire così. Io piansi quel giorno. Questa è una "vendetta" per la mia gente.

Il suo avversario però non ci sta a perdere così e dà la colpa alla connessione:

Andava tutto in ritardo, ma non voglio accampare scuse. Semplicemente non riuscivo a difendere come sempre e tutti i miei passaggi non andavano dove volevo. Sembrava che fossi un principiante. Mi piacerebbe giocare di nuovo contro Wendell, fianco a fianco, senza problemi di connessione, magari qui in Germania. Lui è bravo, ma non ho mai perso 7-1 in circostanza normali.

Ora bisogna vedere se Wendell Lira accetterà di concedere la rivincita dal vivo, in Germania. Se non dovesse farlo, sarebbe difficile biasimarlo. Quando Klose&co. vinsero al Maracanà, non è che poi la squadra di Scolari chiese di rigiocarla. Certo, questa però era "solo" una partita di FIFA 17...

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.