Real Madrid, Marcelo: "Voglio il Botafogo". La risposta del club...

Marcelo è vicino al prolungamento contrattuale, ma parla del suo futuro lontano da Madrid. Il suo sogno sarebbe tornare in patria, e dal Brasile rispondono...

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Marcelo chiama, il Botafogo risponde: il terzino brasiliano del Real Madrid ha espresso il desiderio, un giorno, di tornare in Brasile, precisamente al Botafogo. E la risposta del club non si è fatto attendere. Ma andiamo con ordine. Marcelo è al Real Madrid da quando ha 18 anni, ha vissuto trofei, campioni, grandezze della squadra della capitale spagnola, ha superato il dominio catalano con la maglia dei Blancos addosso e attualmente sta vivendo un finale di stagione elettrizzante, in piena corsa sui fronti che contano. 

Ma un sogno è pur sempre un sogno. Marcelo ha iniziato il suo percorso calcistico nel Fluminense, che lo scopre in una squadra di Futsal a 13 anni. A Madrid arriva con l'onere di essere l'erede naturale di Roberto Carlos (che incontra alla sua ultima stagione in maglia bianca, prima della partenza per la Turchia). Con il Real Madrid vince tutto: 3 campionati spagnoli, due coppe del Re, 2 supercoppe spagnole, 2 Champions League, 2 Supercoppe Uefa e due Mondiali per club. Ma il finale di carriera, l'ultimo fotogramma, vuole giocarselo altrove.

Sarà l'effetto malinconia che sfiora la mente dei giocatori brasiliani ogni volta che pensano al proprio paese, sarà l'effetto dell'estate che si avvicina, ma Marcelo un po' di saudade la prova. E niente di meglio di pensare al suo possibile ritorno in patria per allontanarla e vivere intensamente l'ultima parte di una stagione che lo ha visto protagonista, in campo e nello spogliatoio.  

Real Madrid, Marcelo e il sogno Botafogo

Il contratto di Marcelo al Real Madrid scade nel 2020, ma sono già in atto le trattative per il rinnovo e l'estensione fino al 2022. Tutto sembra procedere a gonfie vele, la tifoseria del Bernabeu ne apprezza le doti tecniche e umane, gli allenatori che si sono susseguiti sulla panchina ne hanno ammirato le capacità di crescita. Come Mourinho, che ha dovuto ammettere di essere stato colpito dai suoi miglioramenti continui. Ma i suoi progetti sono diversi, al termine del contratto, come rivela a Globoesporte: 

Mi piacerebbe giocare un giorno nel Botafogo, sarebbe meraviglioso.

L'intervista di Marcelo continua, l'esterno brasiliano giura che, dal suo arrivo al Real, questo è lo spogliatoio più sano e unito che abbia mai visto. E con questo spogliatoio, con questi compagni festeggerà le 400 presenze con la maglietta bianca del Real Madrid

Mai avrei pensato di raggiungere questo traguardo.

Alla fine di un'intera carriera al Real Madrid, con la maglia dei Blancos addosso, aggiungere un po' di nero e indossare il suo 6 al Botafogo per Marcelo non dovrebbe essere un grosso problema. Certo magari l'atmosfera non sarà proprio la stessa che vive attualmente a Madrid, più o meno questa. 

Alegria!!! ☀️ Listos para mañana!!! ⚽️ #M12

A post shared by Marcelo Vieira Jr. (@marcelotwelve) on

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.