Tifosi Bastia dopo aggressione a giocatori del Lione: "Colpa di Depay"

Dopo la follia accaduta nell'ultimo turno di Ligue 1, parte della tifoseria protagonista dei disordini dà la colpa a un atteggiamento dell'olandese prima del caos.

785 condivisioni 0 commenti

di

Share

Non è un momento sereno per il Lione. Prima i problemi con la tifoseria del Besiktas, che aveva obbligato la squadra a cominciare in ritardo la partita di Europa League contro i turchi. Poi quelli in Ligue 1 nella trasferta in Corsica contro il Bastia, sospesa alla fine del primo tempo per il caos scoppiato e l'invasione degli ultras casalinghi. Un'aggressione senza senso, iniziata già prima dell'inizio della partita e riportata alla calma con l'intervento degli steward presenti allo stadio Armand Cesari.

Ma la follia degli ultras di casa (tornati a popolare lo stadio dopo le tre giornate di squalifica ricevute per gli insulti razzisti a Balotelli) non era ancora terminata, perché all'intervallo uno di loro ha commesso una nuova invasione, andando a prendersela con il portiere del Lione, Anthony Lopes. L'estremo difensore del Lione non è rimasto fermo a subire, rispondendo con uno spintone nei confronti del suo aggressore.

Da lì è scaturito il finimondo, con l'invasione di campo collettiva degli ultras del Bastia che ha obbligato l'arbitro a decretare la sospensione dell'incontro, sul quale adesso è stata aperta un'indagine dalla procura della Repubblica francese e un'altra parallela dalla federcalcio francese. Un'immagine vergognosa per la Ligue 1, che ha suscitato indignazione in ogni parte del mondo. E che secondo alcuni tifosi è da ricondurre a degli atteggiamenti di Memphis Depay.

Caos tra Bastia e Lione, colpa di Depay?

A distanza di due giorni dal fattaccio della partita tra Bastia e Lione, infatti, arriva una novità direttamente dalla Corsica. Un tifoso, fondatore dell'antico gruppo organizzato di supporter della squadra isolana, "Testa Mora", è intervenuto sulle frequenze di RMC spiegando come il motivo che a suo giudizio ha innescato tutto il caos sia da ricondurre a un atteggiamento di Memphis Depay:

C'è stato un giocatore del Lione, Memphis Depay, che si divertiva a lanciare pallonate sulla gradinata. Forse non lo ha fatto apposta, ma di sicuro non ha nemmeno chiesto scusa al bambino che aveva colpito. Questa è stata la miccia che ha acceso tutto.  In più, va aggiunto anche l'atteggiamento provocatorio di Joël Bats (allenatore dei portieri del Lione, ndr), sullo stile di quanto ha fatto anche con il Saint-Étienne. Con questo non voglio dire che abbiano fatto bene i tifosi a fare quello che hanno fatto. Non posso certo appoggiare quello che è successo.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.