Formula 1, Hamilton veloce nei test in Bahrain. Ma che Giovinazzi!

Prima tornata di prove concesse dalla Federazione: rabbia Hamilton, poi è super. Secondo l'italiano al debutto sulla Ferrari SF70H. Notte fonda per la McLaren.

Formula 1, Hamilton e Giovinazzi super nei test in Bahrain

437 condivisioni 0 commenti

di

Share

La Formula 1 è ancora nel deserto, lo sfondo è sempre il circuito del Bahrain. Ecco la prima tornata di test concessi dalla FIA: sotto stress le gomme Pirelli, nonostante il caldo asfissiante, power unit e Antonio Giovinazzi. Per la Ferrari, infatti, ha girato anche il terzo pilota: due GP sfortunati da sostituto in casa Sauber prima del ritorno in rosso. Oggi la possibilità vera di girare per la prima volta sulla SF70H e mettersi alla prova con i più grandi.

Hamilton va più veloce e porta a casa il miglior tempo, ma il pugliese gli ha dato filo da torcere fino alla fine. 'Bon Giovi' si sta giocando il futuro, il sedile della Ferrari nel 2018 potrebbe essere il suo.
Si conferma in grande difficoltà la McLaren. Un inizio di stagione di Formula 1 da incubo. Quelli di Woking avrebbero dovuto portare delle novità per limitare i danni, che invece sono aumentati.
Formula 1, Hamilton nei box Mercedes dopo i test in Bahrain
Formula 1, Hamilton primo nei test del Bahrain

Formula 1, giornata di test

In casa Mercedes c’è tensione, il risultato del GP di Formula 1 andato in scena domenica non è andato in giù ai tedeschi. Così anche Lewis Hamilton appare nervoso ai box, dopo che la sua W08 dà forfait per un problema elettrico. Niente di grave però, l’inglese riprende a girare e stabilisce il miglior tempo della giornata.
Debutto ufficiale sulla vettura 2017 per Antonio Giovinazzi. Che va forte, ha voglia di riscatto. Suo il secondo tempo a fine test, un risultato che dà ottime sensazioni al giovane italiano. Bene anche Ricciardo su Red Bull, terzo.
Continuano i problemi in casa McLaren-Honda. Il collaudatore Turvey riesce a completare appena 14 giri. Nemmeno a dirlo, suo il peggior tempo. Per tutta la mattina i meccanici hanno lavorato su un guasto alla power unit. Il tutto mentre Alonso è negli Stati Uniti per studiare l’IndyCar e iniziare a lavorare con il team Andretti, con cui correrà il prossimo 28 maggio la 500miglia di Indianapolis. Lo spagnolo è sempre più fuori dal progetto della scuderia inglese.
Permesso speciale per Sebastian Vettel, che con la Pirelli ha ottenuto la possibilità di girare circa tre ore in più per testare nuove miscele della casa italiana. Il tedesco, fresco vincitore del GP del deserto, ha girato su buoni tempi senza mai spingere a fondo.

Force India, guai veri

Silenzio nei box della casa indiana, ma la pista non c’entra. A Londra è stato arrestato il patron Vijay Mallya per bancarotta. Gli agenti di Scotland Yard hanno solo eseguito la richiesta di estradizione del governo indiano. Mallya, 61 anni, nel suo paese ha lasciato un buco finanziario di circa 1,3 miliardi di euro.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.