Argentina: costituito il presunto omicida del tifoso lanciato nel vuoto

Si è consegnato alla polizia Oscar Gomez, presunto assassino di Emanuel Balbo, gettato dagli spalti nel corso del derby di Cordoba fra Belgrano e Talleres.

472 condivisioni 0 commenti

di

Share

Un atto di pura follia. In Argentina, nel corso del derby di Cordoba fra Belgrano e Talleres, un giovane tifoso degli ospiti, Emanuel Balbo di 22 anni, è stato lanciato dagli spalti da un gruppo di ultras della squadra di casa. Un gesto crudele, inqualificabile, senza logica.

In realtà, da quanto si apprende, una logica, per quanto brutale e disumana, ci sarebbe. Raul Balbo, padre della vittima, ha dichiarato infatti al Clarin:

Mio figlio ha incrociato Oscar Gomez e lo ha riconosciuto come assassino di un altro mio figlio, che all'epoca aveva 14 anni, quattro anni fa. Gomez, vistosi scoperto, invece di difendersi, ha incitato i propri amici a picchiare Emanuel in quanto tifoso del Talleres e a gettarlo dagli spalti.

In Argentina si moltiplicano i casi di violenza e di follia negli stadi, tanto che Olè è arrivato a titolare "Il calcio è morto". Intanto, però, è morto anche un ragazzo di 22 anni, oggetto di una vera e propria esecuzione in tribuna mentre sul campo si giocava un derby ad altissimo rischio. Per la cronaca, il match fra il Belgrano e il Talleres, una sfida che qualche anno fa vedeva di fronte, giovanissimi, Franco Vazquez e Javier Pastore, è finito 1-1.

Belgrano-Talleres
Belgrano-Talleres: la brutale esecuzione di Emanuel Balbo

Argentina: si è costituito il presunto omicida del tifoso lanciato nel vuoto

Nella serata di ieri in Argentina, Oscar Gomez, detto Sapito, si è costituito al comando di polizia di Cordoba, inchiodato del resto dalle agghiaccianti immagini video, nelle quali è evidente il suo ruolo nel pestaggio e nell'assassinio di Emanuel Balbo. Rischia fino a 35 anni di carcere per omicidio aggravato. Erika, zia della giovane vittima, ha dichiarato affranta:

Se avessimo avuto giustizia quattro anni fa, ora Emanuel sarebbe con noi.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.