Il Sun definisce Barkley "un gorilla", l'Everton bandisce la testata

Articolo sul giocatore dei Toffees molto discutibile da parte di un giornalista del Sun: a farne le spese l'interno giornale, bannato da stadio e conferenze.

L'Everton proibisce al Sun di entrare a stadio e centro sportivo

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Per raccontare questa vicenda, occorre fare prima un piccolo passo indietro. Precisamente a domenica scorsa, quando il giocatore dell'Everton Ross Barkley, dopo aver vissuto da protagonista la vittoria sul Leicester per 4-2, è andato a "festeggiare" la sera al Santa Chupitos cocktail bar di Liverpool. Lì, è finito al centro di un episodio spiacevole, venendo colpito (e ripreso dalle telecamere) con un pugno in faccia che lo ha messo ko.

Di questo se n'è parlato un po' ovunque, ogni media ha raccontato la vicenda a suo modo, secondo le sue informazioni. E tra queste varie versioni, c'è una in particolare che ha attirato le attenzioni, quella del Sun, in un articolo a firma di Kelvin MacKenzie.

Il giornalista, nel resoconto degli eventi, si è lasciato andare a similitudini per così dire, "discutibili". In queste, infatti, ha prima paragonato Ross Barkley a una scimmia e a un gorilla. Poi, è andato anche oltre, dicendo che è normale che un giocatore come lui riceva attenzioni andando in giro per Liverpool, perché le uniche altre persone in città che possono permettersi il suo stipendio sono gli spacciatori.

Caso Barkley, Everton banna il Sun

Paragoni decisamente forti, etichettati immediatamente come razzisti. Accusa sulla quale ha avviato un'indagine la Polizia del Merseyside e che è aggravata, nel primo caso (quello del parallelo tra il giocatore e la scimmia), dal fatto che un nonno di Ross Barkley sia nigeriano. La risposta dell'Everton è stata quella di vietare ai giornalisti del Sun l'ingresso a Goodison Park, i campi di allenamento USM Finch Farm e tutte le aree di lavoro del club.

Il giornale - spiega in una nota il club - deve sapere che ogni attacco a questa città, che sia esso contro una rispettabile comunità o un singolo individuo, non è accettabile.

Successivamente il Sun ha chiesto ufficialmente scusa per le offese causate e ha dichiarato di non essere a conoscenza dello stipendio di Barkley. Inoltre ha aggiunto che Kelvin MacKenzie è stato attualmente sospeso dalla pubblicazione di articoli e che, non appena tornerà dalle vacanze (!), sarà approfondito il discorso con il diretto interessato. Nel frattempo il Sun non potrà seguire niente di tutto ciò che riguarda l'Everton. E il club ha ricevuto anche il sostegno del sindaco di Liverpool, che già prima del provvedimento aveva suggerito di bannare il giornale dalle conferenze stampa.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.