Real Madrid, Isco-gol e polemica: "Troppa gente parla"

Il numero 22 del Real è stato decisivo nella vittoria sullo Sporting Gijon: "Parlo poco, preferisco concentrarmi sul lavoro con massima professionalità".

L'esultanza di Isco in Sporting Gijon-Real Madrid

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Due gol fantastici, discese palla al piede in cui ha seminato il panico tra la difesa dello Sporting Gijon e una qualità sconfinata. Ti aspetteresti un sorriso raggiante dopo una prestazione così, da fenomeno vero. Invece il numero 22 del Real MadridFrancisco Román Alarcón Suárez, per tutti semplicemente Isco, ne ha approfittato per togliersi qualche sassolino dalla scarpa.

Il suo nome è stato molto spesso al centro di discorsi di mercato, da parte di chi lo avrebbe voluto lontano dal Real Madrid per giocare con più continuità. Si è parlato di Juventus, addirittura di Barcellona, che pochi giorni fa lo stesso Isco ha spiegato che sarà "mangiato con le patate" nel prossimo Clásico.

Si sente un giocatore del Real Madrid a tutti gli effetti l'ex centrocampista del Malaga, arrivato nella capitale spagnola nel 2013. Un talismano per Zinedine Zidane, visto che quando c'è Isco in campo titolare il Real Madrid non perde (la regola vale da ben 413 giorni). Ed è pure un trequartista molto efficiente in zona gol, primo tra i centrocampisti delle Merengues con le sue 9 reti stagionali e quinto in assoluto nella rosa.

Real Madrid: Isco, doppietta e polemica

Così, quando al termine di una prestazione sontuosa come quella mostrata dal nazionale spagnolo contro lo Sporting Gijon gli è stato chiesto il motivo per il quale non avesse esultato dopo il primo gol, Isco ha tentato di mantenere la calma e rispondere con distacco:

Il primo gol non l'ho festeggiato molto perché stavamo perdendo ed era quello del pareggio, ma il secondo l'ho festeggiato. Quello che succede è che... Va bene, non voglio fare polemica. Ci sono tante bocche che parlano qui, tanti cialtroni, io preferisco farlo in campo, dove cerco fare il meglio per la squadra. Parlo poco e provo a fare il mio lavoro con molta professionalità.

Quando gli è stato chiesto quali fossero i suoi programmi futuri, Isco non ce l'ha fatta e ha replicato per le rime, rispedendo al mittente discorsi di mercato e rumors vari:

Sono sempre stato chiaro sulla mia volontà di restare qui ancora per molti anni e non capisco cosa ci sia così sorprendente nella volontà di un giocatore di essere impiegato di più. Se credessi di non meritarlo non lo direi, ma capisco anche che Zidane abbia a disposizione una rosa straordinaria. La stampa molte volte interpreta male le parole o ciò che viene fatto sul campo. Più che informare interessa vendere. Ho detto dal principio di voler restare in quello che considero il miglior club del mondo e sia io che la società vogliamo prendere la decisione migliore per tutti.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.