Liga, Barcellona-Real Sociedad 3-2: Messi rilancia i blaugrana

Doppietta della Pulce, tris di Alcácer. Inutili l'autogol di Umtiti e la rete di Xabi Prieto. Blaugrana in scia del Real Madrid, aspettando il ritorno di Champions.

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Un successo in campionato per riprendere la marcia. Nell'ultimo match del sabato di Liga, il Barcellona batte 3-2 la Real Sociedad e si scrolla di dosso l'ingombrante peso del ko di martedì in Champions League contro la Juventus. Due gol di Messi e uno di Paco Alcácer valgono il successo, inutili l'autogol di Umtiti e la rete di Xabi Prieto.

Barcellona, show e distrazioni

I tre schiaffi incassati allo Juventus Stadium servono da scossa agli uomini di Luis Enrique, ma al Camp Nou la prima occasione è per gli ospiti. Oyarzabal si ritrova a tu per tu con ter Stegen in area piccola, ma si divora il gol del vantaggio. Che, al contrario, arriva dall'altra parte: Messi controlla un tocco di Suárez al limite dell'area, poi incrocia un mancino rasoterra che vale l'1-0 del Barcellona. Negli ultimi 10 minuti, poi, le difese si aprono: Suárez vince un rimpallo e scarica addosso a Rulli, ma la deviazione del portiere termina nuovamente sui piedi di Messi, che insacca il raddoppio a porta vuota. Real Sociedad che sembra quasi KO, invece arriva la reazione: tiro-cross di Iñigo Martínez, il tocco di Umtiti è determinante per il 2-1. Poco male, perché arriva il tris di Paco Alcácer. Messi stavolta cerca e trova lo scarico per il compagno di squadra, che cala il tris a 2 minuti dall'intervallo. C'è solo il tempo per un'altra azione, ed è quella di William José: palla per Xabi Prieto, che apre il piatto tra i due centrali e accorcia nuovamente le distanze prima del riposo.

La Real Sociedad si arrende

La sfuriata di fine primo tempo non trova seguito nella ripresa, con le due squadre che abbassano i ritmi in attacco ed aumentano la fisicità del match. La Real Sociedad ci prova su calcio d'angolo, ma le parabole di Oyarzabal e Canales non impensieriscono la difesa blaugrana. Superata la fase di leggera difficoltà, il Barcellona si ripropone in attacco e lo fa su palla inattiva. Rakitić parte tre volte dalla bandierina, ma non trova mai la torre in grado di svettare. Le energie spese nel primo tempo si fanno sentire, gli uomini di Sacristán non riescono a farsi vedere nell'area avversaria e Luis Enrique porta a casa i 3 punti.

Una vittoria preziosa soprattutto per il morale, il Barcellona trova il modo di riscattarsi dopo la batosta di Champions e rimane nella scia del Real Madrid, pur con una partita in più. Per i baschi, invece, l'assalto all'Europa è rimandato al match casalingo contro il Depor.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.